18 May 2022

Alla scoperta delle prelibatezze culinarie liguri.

Da Est a Ovest, da ponente a levante, da Imperia a La Spezia; la Liguria è una terra affascinante, ricca di paesaggi mozzafiato e di opere culturali centenarie.

La Liguria è bellezza, fascino, maestosità, nonché la terra dei grandi poeti romantici.

Così difatti, il premio Nobel vinto da Eugenio Montale per la letteratura, descrive magistralmente la caratteristica località turistica Monterosso, una delle cinque terre, (Patrimonio mondiale dell’UNESCO);

[…] perché dal mare l’io si sente quasi risucchiato, potentemente, come dall’elemento mitico per eccellenza vitale, ma insieme ne è rifiutato, espulso, confinato a terra; il mare è dunque la pienezza, l’integrità impossibile, quella della Vita stessa, contemporaneamente cantata a piena voce e negata al soggetto che la canta […]

Ma la Liguria non è solo questo, è soprattutto una terra dalle grandi tradizioni enogastronomiche antiche, tramandate dai nostri nonni di generazione in generazione.

Le 4 province liguri:

IMPERIA

Imperia è un capoluogo di provincia Ligure ed è situata nella Riviera di Ponente, nel tratto denominato “Riviera dei fiori“. Nata come città industriale e oggi convertita in città turistica, Imperia offre ai suoi visitatori scorci panoramici mozzafiato e un’ampia varietà di attrazioni per ogni tipo di esigenza.

Istituita il 21 ottobre del 1923, chiamata anche città con “due centri”, Imperia è una località molto apprezzata per gli amanti del buon cibo.

Il prodotto di bandiera è indiscutibilmente l’olio extravergine di oliva. Difatti il centro storico, da sempre, è caratterizzato da una forte concentrazione di oleifici e di frantoi.

Ma sono tante altre le specialità tipiche che possiamo apprezzare: dalle olive taggiasche, alle verdure e torte ripiene, passando poi per la “piscialandrea” (o pizza all’Andrea), che deve il suo nome ad Andrea Doria ed è la specialità più famosa d’Imperia. È una pizza condita con sugo, pasta di acciughe, olio di oliva e aglio.

Molti apprezzati infine, anche i vini tipici locali. L’ormeasco, il Rossesse e il vermentino sono i prodotti di rilievo.

I locali dove poter gustare queste prelibatezze sono molteplici. 

Non possiamo che citare “L’Osteria dell’olio Grasso”, osteria tipica, antica, a conduzione familiare e molto rinomata in città. Per non parlare poi della “Lanterna Blu”, un ristorante tipico situato in centro città, inserito nella lista dei top tre dei ristoranti migliori della città.

“Pizzeria Dal buonvicino”, invece, è la pizza più amata dai cittadini imperiesi.

Riportiamo infine, “L’enoteca Marchisio”, il punto di riferimento per il buon vino nella città.

SAVONA

Savona una città stupenda e varia, tutta da scoprire. Il Porto, Corso Paleocapa con i suoi portici e con la Casa Dei Pavoni, i Palazzi Liberty, le sue Chiese, la Savona antica con Via Pia, caratterizzata da antichi e storici Palazzi e dalle sue Torri. Per non dimenticare la zona collinare i cui edifici e ville si affacciano sul porto. Città turistica ed elegante. Sicuramente da visitare.

E soprattutto anche nel campo culinario, Savona sa dire la sua. Grazie al clima mite, viene portata a tavola una cucina prevalentemente mediterranea.

Tra le varie specialità tipiche, possiamo trovare la “Ciuppin”, nonché la zuppa di pesce tipica nel dialetto savonese, i ravioli dolci, le sardine ripiene e lo stocca fisso bollito.

“Ristorante Quintillo” migliore su tutti. Inserito anche sulla guida Michelin, questo ristorante, porta a tavoli piatti ricchi d’ingredienti di prima qualità, richiamando l’attenzione e il gusto ai sapori delle tradizioni di una volta. Se volete mangiare un’ottima pizza, da “Pizzeria Vesuvio”, sicuramente vi toglierete ogni soddisfazione. Per sorseggiare un buon bicchiere di vino, infine, “Enoteca Vio” è la scelta migliore.

GENOVA

Capoluogo della Liguria, Genova, Con i suoi 113 ettari di superficie è uno dei centri storici medievali più estesi d’Europa e con la maggiore densità abitativa. Il centro storico genovese è un dedalo di vicoli (caruggi) che si aprono inaspettatamente in piccole piazzette, spesso legate, come le chiese che vi si affacciano, a importanti famiglie nobili. Lo spirito di Genova risiede proprio nei vicoli, dove si mischiano, da sempre, odori, sapori, lingue e culture diverse.

E il centro storico, più di qualsiasi altra parte di città, è da sempre un melting pot. 

In questi spazi angusti, stretti tra le colline e il mare, l’orgoglio dei ricchi mercanti e dei nobili genovesi fece edificare splendide dimore, dove furono raccolte e custodite per secoli opere d’arte, ancora visibili all’interno di alcuni dei palazzi, oggi musei aperti al pubblico. Botteghe storiche, edicole, vicoli e itinerari; Genova è una città tutta da scoprire. Focaccia di Recco, focaccia al formaggio, calamari fritti e trippa caratterizzano la cucina locale genovese.

Ma è la pasta al pesto, che si prende la scena. Un piatto, capace d’incantare migliaia di persone in tutto il mondo il mondo. 

Trattoria “da Maria”, è il posto giusto dove gustare la classica cucina della tradizione genovese.  Da “la pizza di Egizio, passione ed esperienza, danno vita a una delle pizze più buone della città. “Altivini”, infine, è il locale giusto per degustare i vini classici genovesi.

LA SPEZIA

È il capoluogo della provincia, la città più ricca di servizi. Le sue origini sono antiche, ma è negli ultimi due secoli che la città è cresciuta e ha cambiato volto. La Spezia è situata al centro di una tra le più profonde e protette insenature della costa italiana, circondata da un paesaggio di colline a strapiombo sul mare in cui sono incastonati antichi e incantevoli borghi e innumerevoli spiagge, affacciate su uno dei mari più puliti del Mediterraneo e contornate da ambiente unici.

PORTONEVERE E LE CINQUE TERRE, sono indubbiamente i luoghi più incantevoli della provincia.

Le onde s’infrangono sugli speroni rocciosi di questo istmo di terra proteso verso il mare. Appoggiato a un parapetto in pietra un ragazzo di bell’aspetto contempla lo spettacolo della natura. Ogni tanto china il capo su di un piccolo taccuino sul quale appunta le sue sensazioni. Come per incanto queste note distratte diventano una poesia inebriata dal mare, il sole e la pietra di Portovenere.

In maniera così romantica e poetica, viene descritta questa terra “paradisiaca”.

Definito come il fiore all’occhiello della provincia, Portovenere, situata nel Golfo dei poeti, è una vera e propria perla sul mare. 

Per non parlare delle cinque terre, descritta da molti, come una delle più belle aree mediterranee naturali della Liguria in un tratto costiero del levante lungo circa 10 km. La zona è caratterizzata dalla presenza di cinque antichi borghi marinari che si affacciano a picco sul mare e sono collegati tra loro con una fitta rete di sentieri.

In questa cornice meravigliosa, non potevano mancare le tradizioni tipiche locali.

“All’inferno dal 1905”, sapori e odori unici della tradizione locale si mescolano perfettamente, rendendo questa osteria, la più rinomata della città. Per gli amanti della buona pizza, la “Pianta 310”, è il locale giusto per voi. Infine sottolineo l’enoteca “LunaSpina”, situata nella provincia spezzino. Ricerca e qualità delle materie prime, danno origine a vini e bottiglie d’indiscussa bontà.