25 Maggio 2022

Festival Divergenti, dal 2 al 4 dicembre, con lo slogan “Trans e basta”

L’evento

“Divergenti festival” è il festival internazionale dedicato esclusivamente al cinema trans, organizzato dal M.I.T. (Movimento Identità Trans), con la direzione artistica di Nicole De Leo e Porpora Marcasciano; questo anno, alla sua undicesima edizione, avrà luogo dal 2 al 4 dicembre in presenza al Cinema Lumière di Bologna e online su Docacasa.it, le proiezioni saranno disponibili dalle 10.00 del giorno in cui verranno trasmesse, fino alle 10.00 del giorno seguente. Il festival seleziona e propone il meglio della cinematografia nazionale e  internazionale che pone i riflettori sulla realtà trans.

“Trans e basta”

È lo slogan scelto per questa edizione dalle direttrici artistiche che risulta quasi essere una dichiarazione d’intenti in un momento molto delicato della nostra Società, considerando le vicende che si sono susseguite intorno al ddl Zan,  il disegno di legge contro l’omolesbobitransfobia, misoginia e abilismo. tanto che lo sfondo del manifesto è stato deciso come nero, a scapito che di colori solari e accesi. “Abbiamo scelto il colore del vuoto e della negazione che sottolinea la gravità del momento, denunciando i rigurgiti oppressivi, rimettendo al centro la parola Trans e basta”, sono le parole di Nicole De Leo e Porpora Marcasciano.

Il programma

Il nucleo del festival ruota attorno al concorso internazionale con dieci opere tra documentari e fiction che mostrano la resilienza della comunità trans, ma a parte la proiezione di queste opera, vi saranno anche incontri, interviste, approfondimenti, dibattiti. Moltissimi i temi trattati che spaziano dalle storie delle donne trans in lotta da una vita per i propri diritti e identità al percorso di coming-of-age di un adolescente trans nel Brasile odierno, dal ritratto intimo e politico di Pedro Lemebel, nota icona queer a livello mondiale, alle lotte per il riconoscimento delle donne trans latinoamericane di New York City (città simbolo che rappresenta, per estensione, la quasi interezza del territorio statunitense), fino ai pionieri del movimento transgender a partire dai suoi albori.

Le opere proiettate

Fra i vari film, documentari e fiction, moltissime opere sono già state trasmesse e hanno partecipato anche ad altri festival con esiti decisamente positivi. Tra i vari titoli da ricordare, primo fra tutti “Porpora”, regia di Roberta Cannavò (4 dicembre), che porta il pubblico in anteprima assoluta in un viaggio on the road nell’avventura umana proprio di Porpora Marcasciano, storica attivista, scrittrice e fondatrice del MIT, la quale ha vissuto in prima persona i movimenti femministi, comunisti e trans dagli anni Settanta fino a oggi; non si possono tralasciare anche altri titoli come Caer, Irreversibile, Lemebel, La casa dell’amore, La donna Pipistrello, Red Shoes. Il figlio del boss, Genderation, Good times for a change, Loredana’s fight against Transphobia.

Novità

Data la quasi drammatica situazione delle persone trans detenute, il Festival ha deciso, grazie alla collaborazione con il DAP (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria), di prendere in mano la situazione cercando di intervenire anche in questo ambiente portando una selezione di film Divergenti nelle carceri italiane che ospitano strutture dedicate alle persone trans. La prima proiezione avrà luogo intorno nella seconda metà dicembre nel carcere di Reggio Emilia.

Biglietti

I biglietti sono acquistabili presso il cinema Lumière. Le riduzioni contemplano i possessori della tessera MIT, amici e sostenitori della Cineteca, AGIS (escluso sabato e festivi) e convenzionati, studenti e YoungER Card (escluso sabato e festivi), over 60 (escluso sabato e festivi) e minori di 18 anni.