24 Settembre 2022

Giuramento di Eric Adams, sindaco di New York

Dopo la “ball drop” a Times Square

Ogni anno, il 31 dicembre, a Times Square a New York, una sfera luminosa di oltre tre metri di diametro ricoperta da 2.688 triangoli di cristallo, la cosiddetta “ball drop”, discende per 23 metri lungo un’asta posta in cima all’edificio One Times Square. Si tratta di una tradizione viva fin dal 1907 e legata alla storia del giornale Times, ma quest’anno c’è stata un’attrazione in più: subito dopo il conto alla rovescia e la caduta del pallone, Eric Adams ha inaugurato il suo incarico da sindaco, succedendo a Bill de Blasio.

Secondo Androknos il nuovo sindaco ha dichiarato che “Times Square è da tempo sinonimo di Capodanno, un posto di rinascita e speranza per il futuro, gli stessi temi che hanno animato la mia campagna e caratterizzeranno il mio mandato da sindaco”. Tuttavia la criticità del momento storico, a livello globale, è confermata da critiche da parte degli epidemiologi, che avevano suggerito di evitare l’evento per ridurre il rischio di contagi da variante Omicron.

Come Bloomberg nel 2002

Adams ha infatti dichiarato di prepararsi alla guida della città in un “momento difficile”, con riferimento alla situazione di emergenza in cui si trova ancora una volta New York, a causa della diffusione di Covid. Tuttavia nonostante le polemiche il sindaco in entrata non ha voluto rinunciare a giurare sulla Bibbia, durante la notte di Capodanno, seppure ovviamente all’aperto. Il sindaco precedente aveva ridotto il numero di persone ammesse in piazza, da 58mila a 15mila, impedendo la partecipazione ai non vaccinati e naturalmente solo con uso di mascherina. Adams è il secondo sindaco afroamericano della storia della città e contemporaneamente, anche a Manhattan, Alvin Bragg il primo Afroamericano a divenire procuratore distrettuale ha cominciato il suo mandato, pur avendo rimandato la cerimonia al 6 marzo, per evitare contagi. La situazione che Adams si troverà a gestire è notevolmente complessa, sia a causa della gestione della pandemia che per l’aggravamento delle condizioni economiche, infatti la disoccupazione a New York è aumentata, così come la criminalità, mentre i servizi commerciali sono costretti nuovamente a chiudere. Secondo il New York Times le difficoltà che Adams dovrà affrontare sono paragonabili a quelle che affrontò Bloomberg nel 2002, in seguito all’attentato alle Torri Gemelle. Anch’egli celebrò l’inizio del suo mandato la notte di capodanno, come in uno slancio di speranza, che ha accompagnato anche la cerimonia di Adams.

Continuità con De Blasio

Il nuovo sindaco ha conservato diversi referenti amministrativi del precedente staff, dimostrando così una continuità con Bill de Blasio. Riguardo alle sue intenzioni, ha dichiarato di voler mantenere l’obbligo vaccinale per le aziende private, mentre dovrà gestire un’altra grave piaga, cioè l’aumento dei casi di violenza da parte della polizia, soprattutto nei confronti degli Afroamericani. Se da un lato egli si è impegnato a contrastare queste forme di abuso, avendo fra l’altro intrapreso la carriera di sceriffo, proprio in seguito a violenze che lui stesso aveva subito dalla polizia, dall’altro ha anche cercato di finanziare le forze dell’ordine, per accrescerne il potere. Ha dunque tentato di rispondere con un investimento nell’esecutivo, in contraddizione, per il momento, con le richieste avanzate lo scorso novembre da Hawk Newsom, leader di Black Lives Matter, sul sostegno alle classi disagiate.