25 Maggio 2022

I 12 miliardari under 30 del 2022 secondo Forbes

I più giovani miliardari secondo Forbes sono 12, e hanno tutti meno di 30 anni.

Sono dodici le persone di età inferiore ai 30 anni che la rivista statunitense di economia ha inserito tra gli under 30 miliardari di questo 2022.

A sorpresa anche quattro ragazzi che hanno abbandonato Stanford, due magnati del food delivery e un mago delle criptovalute. Insieme, riporta la rivista “hanno un patrimonio combinato di 25,8 miliardi di dollari e rappresentano meno dello 0,5% dei 2.668 miliardari trovati da Forbes quest’anno”.

Andy Fang – 29 anni

Andy Fang, classe 1992, è un imprenditore tecnologico miliardario cinese-americano. È meglio conosciuto come co-fondatore e Chief Technology Officer di DoorDash, che ha fondato insieme a Stanley Tang, Tony Xu ed Evan Moore nel 2013.

DoorDash è una società americana che gestisce una piattaforma di ordinazione e consegna di cibo online. Ha sede a San Francisco, California, Stati Uniti. Con una quota di mercato del 56%, è la più grande azienda di consegne di cibo negli Stati Uniti. Ad oggi il patrimonio netto di Fang è di circa $ 1,1 miliardi.

Stanley Tang – 29 anni

Stanley Tang, sempre classe 1992, è un imprenditore tecnologico miliardario di Hong Kong. Come anticipato, si tratta del co-fondatore e Chief Product Officer di DoorDash. Ad oggi il patrimonio netto di Tang si attesta intorno ai 2,2 miliardi di dollari.

Gustav Magnar Witzoe – 28 anni

Classe 93, nato a Frøya nella regione di Trøndelag, Gustav Magnar Witzoe fa parte della lista dei miliardari under 30 stilata da Forbes. Suo padre ha fondato la SalMar ASA nel 1991, una delle più grandi aziende produttrici di salmone al mondo. Gustav, alla sola età di 19 anni possedeva già il 47% delle azioni dell’azienda. Ad oggi è anche un investitore nel settore immobiliare, avendo lavorato in precedenza con la MGM Resorts International, arrivando poi a investire sia in Gopi che in Key Butler. Svolge inoltre la professione di modello per la Next Models Worldwide e il suo patrimonio attuale si attesta a $ 4,5 miliardi.

Gary Wang – 28 anni

Gary Wang ha cofondato e ricopre il ruolo di chief technology officer dell’exchange di criptovalute FTX. Come si legge su Forbes, Wang, si è laureato al MIT e in seguito ha lavorato presso Google, “costruendo sistemi per aggregare i prezzi su milioni di voli, prima di collaborare con il collega miliardario Sam Bankman-Fried per lanciare FTX nel 2019”. Creato “dai trader, per i trader”, FTX è uno dei metodi di scambio leader per l’acquisto e la vendita di derivati ​​crittografici.

Ad oggi il patrimonio di Wang si aggira attorno ai $ 5,9 miliardi.

Ryan Breslow – 27 anni

Ryan Breslow, invece, è il fondatore e CEO di Bolt, l’azienda tecnologica che sta democratizzando il commercio portando nel mondo il pagamento semplificato con un clic. Centinaia di rivenditori importanti come Forever 21, Badgley Mischka, Polywood e altri si affidano oggi alla società di Breslow per convertire, fidelizzare e aiutare gli acquirenti. Bolt, la prima piattaforma di esperienza di pagamento al mondo, risolve le complicate sfide tecnologiche legate al pagamento, così che i rivenditori possano dedicare le proprie energie a ciò che conta di più: far crescere il proprio prodotto.

Ad oggi Breslow ha un patrimonio netto di $ 2,0 miliardi.

Austin Russell – 27 anni

Dopo una laurea a Standford conseguita a soli 17 anni, Austin Russell è ad oggi una vera e propria stella del business nel settore dell’automazione: grazie alla sua azienda Luminar, che produce sensori per auto che si guidano da sole, fa parte dei più grandi miliardari under 30. Per fondare la sua start-up nel 2012, fu aiutato dal co-fondatore di PayPal Peter Thiel.

Ad oggi, Russel, possiede un patrimonio di 1,6 miliardi.

Wang Zelong – 25 anni

Se degli altri citati abbiamo diverse informazioni, quelle su Zelong sono poche ma fondamentali. Quel che sappiamo è che la fortuna di Wang Zelong deriva dalle partecipazioni nelle aziende CNNC Hua Yuan Titanium Dioxide e Lomon Billions Group, entrambe producono biossido di titanio in Cina. 

Il patrimonio id Zelong si attesta intorno a 1,5 miliardi.

Katharina e Alexandra Andresen – 26 anni e 25 anni

Tra i miliardari under 30 indicati da Forbes troviamo anche Katharina Andresen, di soli 26 anni. Lei e sua sorella Alexandra Andresen, un anno più giovane di lei, hanno ereditato ciascuna il 42% della società di investimento a conduzione familiare Ferd. Il padre delle sorelle, Johan, gestisce ancora l’azienda e controlla il 70% dei voti attraverso una struttura azionaria a doppia classe. Ferd, infatti, Ferd è una holding che detiene una partecipazione parziale in società del settore industriale e finanziario nonché in un portafoglio immobiliare.

Ad oggi Katharina e Alexandra hanno un patrimonio di $ 1,3 miliardi.

Henrique Dubugras e Pedro Franceschi – 26 anni e 25 anni

I cofondatori (e co-ceo) Henrique Dubugras, 26 anni, e Pedro Franceschi, 25, detengono ciascuno una quota del 14% in Brex, società americana di servizi finanziari e tecnologia con sede a San Francisco, in California. Brex offre carte di credito aziendali e conti per la gestione della liquidità alle società tecnologiche e secondo quanto stimato da Forbes, ha portato il patrimonio dei due giovani a un valore di circa 1,5 miliardi di dollari ciascuno.

Kevin David Lehmann – 19 anni

Kevin David Lehmann è il più giovane facente parte della lista degli under 30 miliardari.

Oltre alla classifica under 30 però, Lehmann, è comparso anche nella Forbes’ 2021, la lista dei 2.755 più ricchi del mondo stilata ogni anno dal magazine americano. Kevin David Lehmann, occupava il posto numero 925, con un patrimonio di 3,3 miliardi di dollari, diventando il più giovane miliardario del mondo. I Lehmann, infatti, sono proprietari di DM, la più grande catena di drogherie in Europa, forte di 60 mila dipendenti e circa 3.700 filiali, un marchio popolarissimo fra i consumatori tedeschi.

Kevin David Lehmann possiede ad oggi il 50% della catena di drugstore leader in Germania, che genera un fatturato annuo di oltre 12 miliardi di dollari. Guenther, il padre, ha trasferito la proprietà della sua partecipazione del 50% di DM a Kevin David nel 2017.