25 Settembre 2022

Dybala firma per la Roma

Il calciatore argentino ha scelto di indossare la maglia giallorossa per le prossime tre stagioni. Riceverà un ingaggio annuale di sei milioni di euro 

Per la conclusione della trattativa decisivo Mourinho, che ha chiamato Dybala per convincerlo a trasferirsi a Roma

L’as Roma ha ingaggiato Dybala. L’ex calciatore della Juventus, svincolato, da quanto si apprende da Sky Sport, nella notte ha accettato la proposta della squadra giallorossa che era in concorrenza con il Napoli per potersi assicurare le prestazioni dell’argentino. A essere decisivo per il raggiungimento dell’accordo sarebbe stato l’allenatore della Roma Mourinho, che avrebbe convinto il calciatore a giocare per i giallorossi. Dybala guadagnerà 6 milioni di euro l’anno per tre stagioni.

 La carriera di Dybala

Nato a Laguna Larga il 15 novembre del 1993, soprannominato “La Joya”, ovvero il gioiello, ha esordito tra i professionisti nella stagione 2011-2012 nella serie b argentina tra le fila dell’Instituto, squadra con la quale ha giocato 38 partite e segnato 17 reti.

L’anno successivo si trasferisce al Palermo. Con i rosanero gioca due stagioni in serie a e una nel campionato cadetto, segnando 21 gol in 93 partite.

Nel 2015 viene ingaggiato dalla Juventus. Nelle sei stagioni con la vecchia signora Dybala ha giocato 210 partite in campionato e segnato 82 gol. In Italia vince cinque scudetti, quattro coppe Italia e tre supercoppe italiane, nelle quali ha segnato quattro gol, risultando il miglior marcatore di sempre del trofeo.  In Champions League gioca 53 partite e segna 18 gol.

Nazionale argentino dal 2015, con la maglia dell’albiceleste ha giocato 43 partite e segnato 3 gol e ha vinto una coppa dei Campioni Conmebol Uefa nel 2022.

Le caratteristiche tecniche

Mancino con un’ottima tecnica, bravo nel dribbling, dotato di una discreta velocità, Dybala può giocare come prima o seconda punta, e all’occorrenza anche come ala destra. Grazie alle sue qualità è particolarmente efficace in contropiede. Dotato di un ottimo calcio, specialmente dalla lunga distanza, è particolarmente abile negli spazi stretti. Mentre non è molto bravo nel gioco aereo. Specialista nei calci di punizione e ottimo rigorista, il calciatore argentino riesce a realizzare anche un buon numero di assist.

Marco Orlando