28 Settembre 2022

Bayern Monaco, spesa pazza per un giovane talento francese

La squadra tedesca ha speso ventotto milioni di euro per il giovane calciatore Tel, un diciassettenne che è sceso in campo tra i professionisti per appena ottanta minuti

Tel ha vinto quest’anno l’europeo Under 17 con la Francia

Bayern Monaco significa anche spendere ventotto milioni di euro per acquistare un giovane talento con appena pochi minuti giocati tra i professionisti. Una cifra in apparenza folle per un calciatore che ha giocato solamente qualche scampolo di partita nella Ligue 1, ma in linea con quello che è l’andamento del mercato. Protagonisti dell’operazione Hasan Saliamidzic, direttore sportivo del Bayern e vecchia conoscenza della serie a, e il CEO Oliver Kahn, che hanno fortemente voluto il talento francese Mathys Tel dal Rennes. Per la squadra tedesca, che ha ceduto Lewandowski al Barcellona per 45 milioni di euro e acquistato Sadio Manè per 47 milioni, la spesa per assicurarsi le prestazioni del giovane francese ha rappresentato un investimento per il futuro. Il tecnico dei “rossi” Nagelsmann ha speso parole positive per l’enfant prodige nato a Sarcelles, un piccolo comune dell’hinterland parigino: “Mathys Tel è un giocatore giovane e di talento. Può giocare in più posizioni: centravanti e sull’esterno. È molto veloce e forte di fisico. Riesce a tenere bene la palla con le spalle alla porta”. L’allenatore tedesco ha spiegato che l’attaccante “potrebbe diventare uno dei migliori attaccanti in futuro. Credo che un giorno possa segnare 40 gol. Ma per la sua prima stagione sarei felice se segnasse 10 gol“.

Le caratteristiche di Tel

Il calciatore francese ha cominciato a giocare con il Paris fc. Si è poi trasferito nel 2016 all’INF Clairefontaine, un’accademia specializzata nell’addestramento di giovani promesse, dalla quale sono usciti campioni come Henry, Mbappè e Anelkà. Nel centro di formazione Tel è rimasto per tre stagioni, giocando nel frattempo con le  maglie dell’Aubervilliers e del Montrouge 92. Nato come difensore centrale, ha progressivamente cambiato ruolo, scendendo in campo prima come centrocampista difensivo, poi nel ruolo di ala o prima punta. A modificare la posizione in campo di Tel è stato il tecnico del Montrouge Berlette, che aveva intuito come potesse essere più efficace in attacco grazie a due doti che lo caratterizzavano: il dribbling e la velocità.

Nel 2020 si è trasferito nel Rennes. Con la squadra bretone ha debuttato da professionista l’anno seguente a soli 16 anni e 110 giorni. In totale ha giocato 7 partite nel campionato francese prima di trasferirsi a Monaco. ll consigliere di Tel Gadri Camara, alla rivista Footmercato ha descritto il giovane francese come un calciatore polivalente: “Oggi ha una versatilità davvero sorprendente, perché ha questa capacità di adattarsi a tutti gli schemi in posizione offensiva e a centrocampo”. Camara crede che il giocatore alla fine si posizionerà dietro la prima punta.

Con le nazionali giovanili Tel ha giocato finora molto bene. Con l’Under 18 ha mostrato notevoli doti realizzative. L’enfant prodige è sceso in campo in 6 partite, segnando 5 gol e fornendo 4 assist. Quest’anno poi con la maglia  dei “bleus” ha vinto l’europeo Under 17.

Marco Orlando