25 Settembre 2022

Il Friuli destina 300mila euro per start-up e spin-off

La Regione Friuli Venezia Giulia mette a disposizione 300mila euro per la nascita e lo sviluppo di start-up e spin-off

Bini: ”Vogliamo stimolare la business idea”

Ammontano a 300mila euro i fondi che la Regione Friuli Venezia Giulia metterà a disposizione per promuovere la nascita e lo sviluppo di start-up e spin-off operanti nei settori economici tecnologicamente più avanzati. Lo ha deciso la giunta friulana approvando un’apposita delibera su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini. Beneficiari delle risorse, che verranno ripartite su base provinciale e a fondo perduto, saranno imprese, Comuni e altri enti pubblici e privati.

Le parole dell’assessore

“La delibera – spiega Bini – segue le disposizioni della legge regionale SviluppoImpresa ed è finalizzata a sostenere iniziative concernenti la creazione e lo sviluppo di centri di prototipazione della business idea, di centri di coworking, nonché di fab-lab (laboratori di fabbricazione digitale, ndr)”.

Le spese ammissibili per ottenere fondi

Tra le spese ammissibili figurano quelle per l’acquisto e locazione finanziaria di macchinari, strumenti, attrezzature ed arredi ma anche acquisto e locazione finanziaria di diritti di licenza e software, know-how e brevetti. Inoltre sono finanziabili anche gli interventi di adeguamento o ristrutturazione dei locali dedicati allo svolgimento dell’attività prevista dall’iniziativa, realizzazione o adeguamento di impiantistica generale e relative spese di progettazione, direzione e collaudo. Infine le domande potranno riguardare anche la realizzazione o ampliamento del sito internet, l’acquisizione di servizi di consulenza e di materiali e servizi concernenti la comunicazione, la pubblicità e le attività promozionali. Sono finanziabili iniziative che prevedono un importo minimo di spesa ammissibile non inferiore a 10 mila euro mentre l’intensità massima del contributo è pari al 50% della spesa ammissibile. Il limite massimo del contributo concedibile per ciascuna domanda è pari a 75 mila euro.

(fonte: ADNKRONOS)