giovedì2 Febbraio 2023
NEWS > 2 Novembre
DUEMILA22

Il Canada aprirà le sue porte a mezzo milione di immigrati all’anno

Il Canada ha svelato i piani per un grande aumento del numero di immigrati che entrano nel Paese, con l’obiettivo...

IN QUESTO ARTICOLO

Il Canada ha svelato i piani per un grande aumento del numero di immigrati che entrano nel Paese, con l’obiettivo di vedere 500.000 persone arrivare ogni anno entro il 2025,  mentre cerca di affrontare una grave carenza di manodopera. A rivelare il piano è stato il ministro dell’Immigrazione, Sean Fraser, che ha posto l’accento sull’ammissione di residenti permanenti con capacità ed esperienza lavorative necessarie, insieme numeri  più modesti per familiari e rifugiati . Il partito conservatore (all’opposizione) ha accolto favorevolmente il piano.  Il nuovo piano prevede un’ondata di nuovi arrivi che vedrà 465.000 persone dall’estero nel 2023, per salire a 500.000 nel 2025. In confronto, il dipartimento dell’immigrazione afferma che l’anno scorso sono stati ammessi 405.000 residenti permanenti. La maggior parte di questi nuovi arrivi saranno quelli che sono conosciuti come immigrati economici, che dovrebbero occupare alcuni dei circa un milione di posti di lavoro che sono attualmente vuoti in vari settori dell’economia.                                                                                                                                               “C’è un milione di posti di lavoro disponibili nell’economia canadese in un momento in cui l’immigrazione rappresenta già quasi tutta la crescita della nostra forza lavoro”, ha detto Fraser. “Non possiamo massimizzare il nostro potenziale economico se non abbracciamo l’immigrazione”. Fraser ha quindi aggiunto che (mentre i nuovi arrivi potrebbero esercitare una pressione ancora maggiore sul mercato immobiliare, dove alloggi a prezzi accessibili scarseggiano in molte parti del Paese)  i nuovi lavoratori potrebbero effettivamente consentire la costruzione di più case.  Mentre la maggior parte della prevista crescita dell’immigrazione nei prossimi tre anni sarà incentrata sul rafforzamento dell’economia, il nuovo piano prevede anche un piccolo aumento del numero di familiari che saranno ammessi in Canada. Prevede inoltre una diminuzione complessiva del numero di rifugiati, da un massimo di 76.000 nel 2023 a meno di 73.000 nel 2025, che Fraser ha attribuito al piano del governo di completare il reinsediamento di 40.000 rifugiati afgani l’anno prossimo. “In ciascuno degli ultimi due anni, abbiamo reinsediato più di un terzo del numero totale di rifugiati che si sono stabiliti a livello globale”, ha aggiunto. “E ciascuno degli ultimi tre anni, abbiamo reinsediato più rifugiati di qualsiasi altro Paese al mondo”. Nonostante la diminuzione, un rappresentante dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati ha accolto con favore il continuo sostegno del governo all’accoglienza dei richiedenti asilo in fuga dalla guerra e da altre minacce. La risposta dell’industria canadese non è stata unanime, con il Business Council of Canada che ha affermato che il piano del governo non è andato abbastanza lontano nell’affrontare la carenza di manodopera senza precedenti nel Paese.

 

CONDIVIDI

Leggi Anche