martedì31 Gennaio 2023
NEWS > 10 Novembre
DUEMILA22

La Francia rispolvera i sogni di potenza militare

Il presidente Emmanuel Macron ha detto che la strategia militare della Francia deve rafforzare il Paese come potenza armata nucleare...

IN QUESTO ARTICOLO

Il presidente Emmanuel Macron ha detto che la strategia militare della Francia deve rafforzare il Paese come potenza armata nucleare indipendente e rispettata fino alla fine del decennio. Parole che sono sembrate volere mettere in guardia contro il rischio di escalation e altri effetti globali della guerra russa in Ucraina. Per il suo discorso, Macron ha colto l’occasione della visita alla base della Marina, a Tolone, scegliendo di parlare dalla nave portaelicotteri Dixmude. 
L’aggressione della Russia all’Ucraina, ha detto Macron, “potrebbe precedere rivalità geopolitiche più ampie e un futuro che non abbiamo motivo di accettare con fatalismo”. Quindi il presidente ha svelato la  “revisione strategica nazionale” della Francia, intesa a definire come sarà la difesa del Paese nel 2030. La Francia, ha detto Macron,  vuole essere una “potenza indipendente, rispettata e agile al centro dell’autonomia strategica europea” con forti legami con l’alleanza atlantica. Dal momento che la guerra è tornata sullo scenario europeo, la Francia vuole concentrarsi sul potenziamento della capacità di difesa dell’Unione europea: il blocco della sicurezza di 27 nazioni dipende ancora in gran parte dagli Stati Uniti e dalla NATO.
“Quando la pace tornerà in Ucraina, dovremo trarne tutte le conseguenze” con una “nuova architettura di sicurezza” nel continente. Macron ha anche insistito sul fatto che gli sforzi di sicurezza europei rafforzeranno l’alleanza atlantica. La Francia ha schierato oltre 1.000 soldati principalmente in Romania ed Estonia come parte della Forza di reazione rapida della NATO dopo l’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio. Nel nuovo documento strategico si prevede che il Paese mantenga la “capacità di condurre operazioni militari, comprese quelle ad alta intensità, da solo o all’interno di una coalizione”. Importante il passaggio relativo alla presenza militare francese all’estero, quando Macron ha detto che le truppe continueranno ad operare in un’area che si estende dall’Africa subsahariana al Medio Oriente, attraverso il Corno d’Africa 

CONDIVIDI

Leggi Anche