martedì31 Gennaio 2023
NEWS > 10 Novembre
DUEMILA22

Russia: la star americana del basket finisce in una colonia penale

Sembra non finire l’odissea di Brittney Griner, una delle più forti giocatrici di basket, arrestata in febbraio all’aeroporto di Mosca...

IN QUESTO ARTICOLO

Sembra non finire l’odissea di Brittney Griner, una delle più forti giocatrici di basket, arrestata in febbraio all’aeroporto di Mosca perché trovata in possesso di cartucce di vaporizzatori contenenti olio di cannabis e condannata a nove anni di reclusione, è stata trasferita la scorsa settimana da un centro di detenzione fuori dalla capitale russa prima di essere portata in una colonia penale. Griner, volte medaglia d’oro olimpica,  che giocava per una squadra russa, era stata arrestata pochi giorni prima dell’inizio dell’invasione dell’Ucraina. Il portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha affermato che “ogni minuto in cui Brittney Griner deve subire una detenzione illecita in Russia è un minuto di troppo”, aggiungendo che l’amministrazione Biden “continua a lavorare instancabilmente per proteggerla pubblicazione”. Griner si era dichiarata colpevole, ma aveva detto di aver commesso un “errore onesto” e non aveva intenzione di infrangere la legge. All’inizio di questo mese è stata visitata da funzionari statunitensi, dopo che il suo appello contro la sua condanna è stato respinto. Sino a poche ore fa il suo collegio legale non sapeva dove lei si trovasse e quale fosse la sua destinazione finale, cioè dove dovrebbe scontrare la condanna.  Jean-Pierre ha aggiunto che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ordinato alla sua amministrazione di adoperarsi “con i suoi rapitori russi per migliorare il suo trattamento e le condizioni che potrebbe essere costretta a sopportare in una colonia penale”.  L’amministrazione Biden a fine luglio ha proposto un accordo per uno scambio di prigionieri con la Russia per garantire il rilascio della cestista, così come quello dell’ex marine statunitense Paul Whelan (condannato a 16 anni di reclusione con l’accusa di spionaggio), ma Mosca non ha ancora risposto positivamente all’offerta.
“Nonostante la mancanza di negoziati in buona fede da parte dei russi, il governo degli Stati Uniti ha continuato a dare seguito a tale offerta e a proporre potenziali vie alternative con i russi attraverso tutti i canali disponibili”, ha affermato Jean-Pierre. “La nostra preoccupazione principale continua ad essere la salute e il benessere di Brittney”, ha detto l’agente di Griner, Lindsay Colas. ”Mentre affrontiamo questa fase molto difficile in cui non sappiamo esattamente dove si trovi o come sta, chiediamo il supporto del pubblico per continuare a scrivere lettere ed esprimere il loro amore e la loro cura per lei”, ha detto Colas. Il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, Jake Sullivan, ha descritto le condizioni di Griner come “intollerabili” e il processo che ha dovuto affrontare come “un altro finto procedimento giudiziario”.

CONDIVIDI

Leggi Anche