venerdì27 Gennaio 2023
NEWS > 19 Novembre
DUEMILA22

Qatar 2022: no alla birra, sì solo a quella analcolica Bud Zero

Dopo avere detto  ripetuto che sarebbero state allentate le regole che impediscono (ad eccezione di pochi locali riservati agli stranieri)...

IN QUESTO ARTICOLO

Dopo avere detto  ripetuto che sarebbero state allentate le regole che impediscono (ad eccezione di pochi locali riservati agli stranieri) il consumo di alcolici, consentendo ai tifosi di calcio di continuare nella tradizione che lega il football a grandi bevute di birra, il Qatar ha fatto una clamorosa marcia indietro, annunciando il divieto alla birra alcolica negli otto stadi che ospitano la Coppa del Mondo . Di fatto, quindi, gli organizzatori obbligano i fans delle squadre a ”usare” solo una birra analcolica, quella dello sponsor della manifestazione, la Bud Zero, una birra chiara analcolica che ha un sapore simile alla ”normale”, anche se si sa che gli intenditori avvertono subito le differenze. Una lattina di Bud Zero ha zero grammi di zucchero e 50 calorie. Questa birra, la prima a zero alcol di Bud, è stata lanciata negli Stati Uniti due anni fa, rivolgendosi ad un sempre più ampio segmento di consumatori che scelgono bevande analcoliche e che fa gola ai produttori che ne stanno proponendo molte versioni per conquistare soprattutto i più giovani. Il Qatar è un Paese musulmano considerato molto conservatore e regola strettamente la vendita e l’uso di alcolici. A settembre, i funzionari avevano precisato  che i tifosi provvisti di biglietto avrebbero potuto acquistare birra alcolica tre ore prima del calcio d’inizio e un’ora dopo il fischio finale, ma non durante la partita. Ieri l’inattesa giravolta, certificata da una nota ufficiale della Fifa: “A seguito delle discussioni tra le autorità del Paese ospitante e la FIFA, è stata presa la decisione di concentrare la vendita di bevande alcoliche sul FIFA Fan Festival, altre destinazioni per i fan e luoghi autorizzati, rimuovendo i punti vendita di birra dal perimetro dello stadio della Coppa del Mondo FIFA 2022 in Qatar”. Con tanti saluti alla speranza de tifosi di festeggiare una vittoria o consolarsi per una sconfitta bevendo dall’adorata lattina di birra. La Budweiser, dopo avere definito ”imbarazzante” la decisione, ha subito dopo rimosso il commento, affidato a Twitter. Probabilmente, nella reazione del produttore di birra, ha pesato l’importo pagato per essere sponsor della manifestazione.    

 

CONDIVIDI

Leggi Anche