lunedì28 Novembre 2022
NEWS > 20 Novembre
DUEMILA22

I leader della regione Asia-Pacifico contro la guerra in Ucraina

La fine della guerra in Ucraina è stata chiesta dai leader della regione Asia-Pacifico, a conclusione del vertice in Thailandia,...

IN QUESTO ARTICOLO

La fine della guerra in Ucraina è stata chiesta dai leader della regione Asia-Pacifico, a conclusione del vertice in Thailandia, insieme all’impegno di guidare le economie dell’area verso quella che è stata definita una crescita sostenibile.  Il vertice, comunque, ha dato prova di concretezza quando, in una dichiarazione congiunte del leader dell’Apec, ha riconosciuto opinioni divergenti sulla guerra e che forum, che ha tendenzialmente contenuti economici, non poteva essere l’occasione per  risolvere ti conflitti. Ma il vertice ha sottolineato come guerra e sicurezza possono “avere conseguenze significative per l’economia globale”. L’Apec, almeno nella maggior parte dei suoi componenti, ha condannato la guerra in Ucraina, causa di ”immense sofferenze umane” e di un peggioramento dell’inflazione, ma che ha anche aggravato problemi alla catena di approvvigionamento.  La regione  APEC rappresenta quasi il quaranta per cento della popolazione globale e la metà del commercio mondiale. I lavori del vertice hanno comunque confermato l’isolamento di Vladimir Putin, cui viene addebitata la totale responsabilità di quanto sta accadendo in Ucraina e delle conseguenze che la guerra sta avendo per l’economia mondiale. D’altra parte anche tra i Paesi che non hanno adottato una linea dura contro la Russia, ci sono segni di una pazienza perduta, se non con la Russia stessa, contro gli effetti a catena della sua aggressione. Ad esempio l’Indonesia, che ha ospitato il G20, non ha condannato esplicitamente la Russia per l’invasione, ma il suo presidente Joko Widodo ha detto ai leader mondiali: “dobbiamo porre fine alla guerra”. La stessa India, acquirente chiave dell’energia russa anche se l’Occidente sta cercando di affrancarsi dalla dipendenza energetica da Mosca, ha anche ribadito, in sede G20, il suo appello a ” trovare un modo per tornare sulla via del cessate il fuoco “. 

CONDIVIDI

Leggi Anche