martedì31 Gennaio 2023
NEWS > 28 Novembre
DUEMILA22

Ineos vuole decarbonizzare raffineria e si rivolge a Rolls-Royce

Apparentemente una notizia ”economica”, ma quella che la società chimica britannica Ineos, ha  intavolato dei colloqui con Rolls-Royce per la...

IN QUESTO ARTICOLO

Apparentemente una notizia ”economica”, ma quella che la società chimica britannica Ineos, ha  intavolato dei colloqui con Rolls-Royce per la decarbonizzazione della raffineria di Grangemouth, utilizzando l’energia nucleare,  potrebbe aprire una pagina nuova e interessante per l’azienda ingegneristica conosciuta in tutto il mondo soprattutto per il suo settore motoristico. Ineos a Rolls-Royce avrebbe chiesto come la sua tecnologia nucleare  potrebbe eventualmente fornire energia a zero emissioni di carbonio alla raffineria di Grangemouth in Scozia.  SE i colloqui dovessero concretizzasi in un accordo, Rolls-Royce, aiutando Ineos nel difficile compito di decarbonizzare la sua gigantesca raffineria, avrebbe il suo primo ed importante cliente per una nuova tecnologia che spera trasformerà le sue prospettive.  L’attività principale di Rolls-Royce (conosciuta ovviamente anche per essere un marchio iconico delle auto di lusso) è la costruzione e la manutenzione di motori a reazione per aerei commerciali e di sistemi di alimentazione per imbarcazioni e veicoli terrestri. Ma è anche una delle poche aziende al mondo ad avere una grande esperienza nella costruzione di reattori nucleari per la flotta sottomarina del Regno Unito. Una tecnologia che ora potrebbe ”trasferite” in impianti a terra. Ineos prevede di utilizzare l’idrogeno per alimentare l’impianto di Grangemouth, che impiega circa 2.000 persone su quasi 700 ettari di terra. La creazione di idrogeno a zero emissioni di carbonio dall’acqua richiede però grandi quantità di elettricità e sta valutando le opzioni per procurarsi tale energia. I colloqui tra Ineos e Rolls-Royce, riferisce oggi la stampa britannica,  sono ancora in una fase iniziale. 

CONDIVIDI

Leggi Anche