giovedì2 Febbraio 2023
NEWS > 28 Novembre
DUEMILA22

Terrorismo: l’Australia abbassa il livello di rischio dopo otto anni

L’Australia da oggi ha ufficialmente abbassato il suo livello di rischio di attacco terroristico da “Probabile” a “Possibile”, per la...

IN QUESTO ARTICOLO

L’Australia da oggi ha ufficialmente abbassato il suo livello di rischio di attacco terroristico da “Probabile” a “Possibile”, per la prima volta dal 2014. La decisione presa dalle istituzioni è stata motivata con un minore pericolo di attentati da parte di estremisti.  Otto anni fa era arrivata la scelta di passare a un livello più alto di rischio legato al terrorismo, motivata dalla preoccupazione legata all’alto numero di persone australiane sospettate di essersi unite a gruppi militanti islamisti fra Siria e Iraq. Questo rendeva credibile il pericolo di radicalizzazione di cittadini australiani, che poi avrebbero potuto portare ad attacchi terroristici. Un fattore di rischio che, secondo l’ASIO (Australian Security Intelligence Organisation, l’agenzia di servizi segreti australiana), al momento non sussiste più o quantomeno, è molto calato.

Questo è stato spiegato proprio dal direttore dell’ASIO Mike Burgess: “È vero che l’Australia rimane ancora un possibile bersaglio per i terroristi, ma c’è un minore numero di estremisti che ha intenzione di compiere questo tipo di attacchi sul nostro territorio. Questo però non vuol dire che il pericolo degli attentati sia completamente scomparso, rimane plausibile che qualcuno possa essere ucciso da un terrorista sul suolo australiano nei prossimi 12 mesi. Naturalmente però lavoreremo perché questo non accada”.  L’intelligence di Canberra ritiene molto calato il supporto di australiani nei gruppi estremisti  (e con esso, anche le capacità di indottrinare cittadini stranieri), seppur non completamente. Motivo per cui l’ASIO ha abbassato il livello di rischio attuale di attentato terroristico in Australia ma “possiamo essere certi che, in futuro, dovrà essere rialzato”.

CONDIVIDI

Leggi Anche