giovedì2 Febbraio 2023
NEWS > 13 Dicembre
DUEMILA22

Euro-scandalo: si allargano le indagini, sequestrati pc e cellulari

E’ salito a venti il numero delle perquisizioni eseguite, a partire da venerdì, dagli inquirenti belgi nell’ambito dell’indagine che ha...

IN QUESTO ARTICOLO

E’ salito a venti il numero delle perquisizioni eseguite, a partire da venerdì, dagli inquirenti belgi nell’ambito dell’indagine che ha investito il Parlamento europeo – con l’arresto, tra gli altri, dell’ormai ex vicepresidente Eva Kaili, greca, e dell’ex eurodeputato italiano Antonio Panzeri – al punto che la presidente dell’assemblea, Roberta Metsola, ha parlato di ”democrazia  sotto attacco”.                                Eva Kaili, che avrebbe ricevuto, secondo l’accusa, ingenti quantità di denaro da un Paese straniero (da tutti indicato nel Qatar, le cui autorità negano ogni ), ha respinto ogni addebito. “Dichiara la sua innocenza e che non ha nulla a che fare con la corruzione del Qatar”, ha detto oggi il suo difensore, l’avv.Michalis Dimitrakopoulos, intervistato dalla TV greca.                                                                                              Secondo i pubblici ministeri, nel corso delle perquisizioni sono stati trovati oltre 600 mila euro, mentre sono stati sequestrati computer e cellulari. Le perquisizioni sono avvenute sia a Bruxelles che in Italia (nell’abitazione di Panzeri, la cui moglie e la cui figlia sono attualmente ai domiciliari). I pm belgi hanno anche rivelato che dispositivi informatici di 10 dipendenti dell’europarlamento sono stati “congelati” per evitare fossero cancellati dati o documenti.                                                                                                  Eva Kaili – eurodeputata dal 2014 – è stata sospesa dalle sue funzioni (era uno dei 14 vicepresidenti) da Roberta Metsola.  Oggi lo stesso parlamento potrebbe votare per privarla dai suoi incarichi. Kaili è stata anche sospesa dal gruppo dei Socialisti e Democratici del parlamento ed espulsa dal partito di centrosinistra greco Pasok, nelle cui file era stata eletta.                                                                                  Si è intanto appreso che le autorità greche hanno congelato i suoi beni e quelli dei parenti stretti, compresi quelli del compagno, l’italiano Francesco Giorgi, assistente parlamentare, anche lui arrestato. Sono state inoltre congelate le attività di una società immobiliare costituita appena due settimane fa dall’eurodeputata e dal marito ad Atene.                                                                                                          Per la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che ha definito le accuse “molto gravi”, è necessaria la creazione di un nuovo organismo etico.  Gli eurodeputati godono dell’immunità dall’azione penale, ma non nei casi in cui “un deputato viene trovato nell’atto di commettere un reato”, come accaduto per di Eva Kaili.

CONDIVIDI

Leggi Anche