sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 14 Dicembre
DUEMILA22

Papa Francesco esorta ad un ‘Natale umile’ per aiutare l’Ucraina

Papa Francesco ha chiesto che quest’anno il Natale sia ”umile” e che il denaro risparmiato spendendo meno per i regali...

IN QUESTO ARTICOLO

Papa Francesco ha chiesto che quest’anno il Natale sia ”umile” e che il denaro risparmiato spendendo meno per i regali sia donato per aiutare il ”popolo sofferente dell’Ucraina”. Nel suo intervento in occasione dell’udienza generale settimanale, il  Papa ha parlato di  ”gesti concreti” di carità per gli ucraini durante le festività natalizie                                                                                                                              ”È bello festeggiare il Natale e fare feste, ma abbassiamo un po’ il livello delle spese natalizie –  ha detto -. Facciamo un Natale più umile, con doni più umili, e inviamo ciò che risparmiamo al popolo ucraino che ne ha bisogno”. Francesco ha parlato spesso del popolo ”martire” dell’Ucraina sin da quando, lo scorso febbraio, la Russia ha fatto scattare l’invasione. Il Vaticano ha organizzato consegne umanitarie negli ultimi mesi (spesso l’elemosiniere del Papa, il cardinale polacco  Konrad Krajewski, si è recato in Ucraina) , inclusa una raccolta di vestiti per portare indumenti termici agli ucraini che soffrono il freddo invernale e sono privi di riscaldamento ed elettricità.                                                                                                          ”Hanno fame, hanno freddo, tanti muoiono per mancanza di medici e infermieri – ha detto Francesco – Non dimentichiamoli. Natale sì, in pace e con il Signore sì. Ma con gli ucraini nel cuore”.                              In un recente intervento Francesco ha detto che, nella guerra scatenata dalla Russia, la maggior parte della “crudeltà” é di   ceceni e altri combattenti appartenenti a minoranze, che – ha detto il Papa riferendosi ad atti efferati – non appartengono alla “tradizione russa”. Da qui la protesta protesta formale dell’ambasciatore russo presso alla Santa Sede, alla quale, il Vaticano non ha risposto con le scuse richieste.

CONDIVIDI

Leggi Anche