NEWS > 28 Dicembre
DUEMILA22

Afghanistan: Consiglio sicurezza Onu, allarmati per divieti imposti alle donne

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha dichiarato di essere “profondamente allarmato” dal divieto imposto dai talebani alle donne...

IN QUESTO ARTICOLO

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha dichiarato di essere “profondamente allarmato” dal divieto imposto dai talebani alle donne di frequentare l’università o di  lavorare per gruppi umanitari in Afghanistan. Con una presa di posizione ufficiale, il Consiglio di sicurezza ha chiesto al regime di Kabul “la piena, equa e significativa partecipazione delle donne e delle ragazze in Afghanistan”, esortando i talebani a invertire le loro politiche, “che rappresentano una crescente erosione per il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali”. Dopo il ritorno al potere, nell’agosto del 2021, i talebani hanno adottato delle misure che hanno progressivamente ristretto le libertà per le donne, alle quali, oltre al diritto allo studio universitario, è stato anche negato l’accesso a parchi pubblici e palestre. Almeno una mezza dozzina di importanti gruppi umanitari stranieri hanno affermato di sospendere temporaneamente le loro operazioni in Afghanistan a seguito del divieto delle dipendenti donne delle ONG. Il divieto delle ONG avrebbe un impatto sulle operazioni umanitarie nel paese, comprese quelle delle Nazioni Unite, afferma la dichiarazione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.                                                           ”Queste restrizioni contraddicono gli impegni presi dai talebani nei confronti del popolo afghano e le aspettative della comunità internazionale”, ha aggiunto il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. In un messaggio si Twitter, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha affermato che le restrizioni sono “ingiustificabili violazioni dei diritti umani e devono essere revocate”.                               “Le azioni per escludere e mettere a tacere le donne e le ragazze continuano a causare immense sofferenze e gravi battute d’arresto al potenziale del popolo afghano”, ha aggiunto.

CONDIVIDI

Leggi Anche