NEWS > 4 Gennaio
DUEMILA23

Stati Uniti: la pillola abortiva sarà acquistabile in farmacia

La Food and Drug Administration ha reso noto che, da ora in avanti, negli Stati Uniti sarà possibile acquistare la...

IN QUESTO ARTICOLO

La Food and Drug Administration ha reso noto che, da ora in avanti, negli Stati Uniti sarà possibile acquistare la pillola abortiva a base di mifepristone anche nelle farmacie.  Il radicale cambiamento di regime arriva grazie alla pressione dell’amministrazione Biden: i pazienti ora potranno ottenere il mifepristone, che è la prima delle due medicine che permettono l’aborto indotto entro i due mesi dal concepimento, direttamente dal farmacista, fornendo una regolare prescrizione medica (sia nei negozi fisici che ordinandola via internet). Un provvedimento importante e che arriva nel periodo in cui il ricorso a questo medicinale è diventato più frequente, in particolare dopo la decisione della Corte Suprema dello scorso anno sull’argomento, che ha autorizzato diversi Stati americani a limitare l’accesso alla pratica dell’aborto: oltre la metà delle procedure negli Stati Uniti sono effettuate con le pillole e non con interventi chirurgici, e adesso i pazienti potranno rivolgersi anche alle farmacie.                                            La conferma, oltre che dalla FDA, è arrivata anche dalle aziende farmaceutiche che producono la pillola in questione (Danco Laboratories e GenBioPro) che hanno comunicato con due note ufficiali di essere state informate dalla Food and Drug Administration del nuovo regime. Ora sono le farmacie, sia indipendenti che appartenenti a grandi catene commerciali (CVS e Walgreens), a dover fare richiesta per ottenere la certificazione necessaria per distribuire il mifepristone, che preso nelle prime 12 settimane, porta all’interruzione di gravidanza grazie alla combinazione col misoprostolo (già ottenibile da tempo nelle farmacie con una regolare prescrizione).                                                                                                        L’ American College of Obstetricians and Gynecologists ha commentato favorevolmente la decisione dell’FDA: “Nonostante questo annuncio non risolva completamente i problemi di accesso alla procedura di aborto per chiunque ne abbia bisogno, è comunque un passo avanti importante e permetterà a più pazienti che hanno bisogno del mifepristone di procurarselo”.

CONDIVIDI

Leggi Anche