NEWS > 6 Gennaio
DUEMILA23

Un omicidio-suicidio la causa della strage familiare nello Utah

Per le autorità di polizia che indagano sulla morte violenta di otto persone, nello Utah, a causare la strage è...

IN QUESTO ARTICOLO

Per le autorità di polizia che indagano sulla morte violenta di otto persone, nello Utah, a causare la strage è stato un quarantaduenne che, dopo avere sterminato la sua famiglia, si è tolto la vita. In una casa di Enoch, cittadina nella parte sud-occidentale dello Stato mormone, sono stati trovati i cadaveri di Michael Haight, 42 anni, di sua moglie, Tausha, 40 anni, e della suocera,  Gail Earl, 78 anni, e quelli dei cinque figli della coppia, dai quattro ai 17 anni.  Secondo i funzionari di polizia, la tragedia potrebbe essere stata scatenata dal fatto che Tausha Haight aveva presentato una istanza di divorzio alla fine di dicembre.        In una dichiarazione ufficiale, la polizia di Enoch, ha affermato che non ci sono altri sospetti: ”Le prove suggeriscono che il sospettato (Michael Haight, ndr) si è tolto la vita dopo aver ucciso gli altri sette in casa”. I figli sono stati identificati, dagli investigatori, solo in base all’età e al sesso: una femmina di 17 anni, una femmina di 12 anni, una femmina di 7 anni, un maschio di 7 anni e un maschio di 4 anni.           A mettere in allarme le autorità locali erano stati i familiari e gli amici che, non riuscendo a rintracciarli (dopo che Tausha non era andata ad un appuntamento), hanno chiesto l’intervento dei servizi sociali, che si sono recati nella casa degli Haight, scoprendo la strage. L’accaduto ha scosso la comunità di Enoch, che ha circa 7.500 residenti. Il sindaco, Geoffrey Chestnut,  ha detto che ”gli Haight erano i miei vicini. I bambini più piccoli giocavano nel mio cortile con i miei figli. Questo è un duro colpo per molte, molte famiglie che hanno trascorso molte, molte sere  con queste persone che ora non ci sono più”. Il City Manager Rob Dotson, in lacrime, ha detto ”non sappiamo perché sia ​​successo. Nessuno probabilmente saprà cosa stava passando per la mente di queste persone. Tuttavia, sappiamo che erano nostri amici, erano nostri vicini e che li amavamo”.

CONDIVIDI

Leggi Anche