NEWS > 8 Gennaio
DUEMILA23

Calcio: l’arbitraggio di Sacchi fa riesplodere il caso Var

I criteri e i vincoli che regolano, nel campionato italiano, l’uso o il ricorso al Var sono riesplosi nelle ultime...

IN QUESTO ARTICOLO

I criteri e i vincoli che regolano, nel campionato italiano, l’uso o il ricorso al Var sono riesplosi nelle ultime ore dopo il contestato – da parte nerazzurra – arbitraggio di Juan Luca Sacchi dell’incontro tra il Monza e l’Inter.                                                                                                                                                            Non considerando alcune decisioni abbastanza incomprensibili su falli non fischiati, anche se con evidenti colpe da parte dei giocatori, la direzione di gara dell’arbitro di Macerata è stata ”macchiata” da un fischio intempestivo ancorché sbagliato. Quando mancavano una decina di minuti alla fine dei tempi regolamentari(con gli ospiti in vantaggio per due a uno), Sacchi, su una punizione a favore dell’Inter, che Acerbi aveva finalizzato mandando la palla in rete di testa, ha fischiato un attimo prima che l’azione di concretizzasse in un gol, ravvisando un (presunto) fallo di Gagliardini.                                                          Il replay ha poi certificato che il fallo non c’era (il monzese Pablo Marì era caduto in area, ma per un contatto con il compagno di squadra Izzo, non con Gagliardini) e che, quindi, il fischio di Sacchi era stato totalmente errato. Il fatto che il fischio sia arrivato frazioni di secondo prima che la palla finisse in rete ha reso impossibile, regolamento alla mano, l’intervento del Var, di cui a questo ci si deve chiedere l’utilità se non può intervenire a sanare un gravissimo errore, che alla fine ha determinato l’esito dell’incontro. Dal punto di vista tecnico, però, non ci sono discussioni da fare: l’azione è stata fermata prima del gol e quindi il controllo tecnologico ”ex post” non è possibile. Fatto sta che, se Sacchi avesse visto quel che era realmente accaduto e non avesse fischiato per troppa fretta, il risultato sarebbe andato sull’1-3 a favore dell’Inter, poi rimontata in pieno recupero. Ora appare scontato che Sacchi sarà fermato per qualche partita, ma il danno che, sicuramente involontariamente, ha causato all’Inter avrà un peso ben maggiore del fatto d’essere messo in castigo.

CONDIVIDI

Leggi Anche