NEWS > 10 Gennaio
DUEMILA23

Peru’: almeno 17 morti negli scontri tra polizia e manifestanti

Sarebbe di almeno 17 morti il bilancio degli scontri tra la polizia e centinaia di manifestanti – che reclamano le...

IN QUESTO ARTICOLO

Sarebbe di almeno 17 morti il bilancio degli scontri tra la polizia e centinaia di manifestanti – che reclamano le dimissioni del presidente Dina Boluarte-, durante un tentativo di occupare  l’aeroporto di Juliaca, nel sud-est del Paese. Il numero delle vittime è stato confermato dal locale Ufficio del difensore civico. I manifestanti chiedono le dimissioni di Dina Boluarte, arrivata alla guida del Paese a dicembre dopo la destituzione di Pedro Castillo;  un nuovo Parlamento e l’immediato svolgimento delle elezioni, già anticipate dal 2026 ad aprile 2024. La regione di Puno, che confina con la Bolivia, è l’epicentro delle proteste. La popolazione è in sciopero a tempo indeterminato dal 4 gennaio.  
Le proteste sono iniziate dopo la destituzione da parte del Parlamento, poi l’arresto, il 7 dicembre 2022, di Pedro Castillo, in seguito al suo tentativo di sciogliere il Parlamento, definito un “colpo di Stato” . Da allora i manifestanti hanno chiesto nuove elezioni. Almeno venti persone sono rimaste uccise a metà dicembre durante gli scontri con la polizia. Diverse organizzazioni hanno indetto uno sciopero a tempo indeterminato, particolarmente seguito nel Sud, una delle regioni più povere del Paese. Domenica scorsa sono state bloccate una sessantina di strade. Tra questi, assi interregionali e tratti dell’Autostrada Panamericana, che attraversa il Paese da nord a sud. Il confine terrestre con la Bolivia è chiuso.

 

CONDIVIDI

Leggi Anche