NEWS > 11 Gennaio
DUEMILA23

Usa: un guasto paralizza tutti i voli negli Stati Uniti

Sta tornando, con lentezza, alla normalità la situazione del traffico aereo in tutti gli Stati Uniti dopo lo stop totale...

IN QUESTO ARTICOLO

Sta tornando, con lentezza, alla normalità la situazione del traffico aereo in tutti gli Stati Uniti dopo lo stop totale dei voli imposto dalla Faa. L’agenzia nazionale del trasporto ha fatto sapere che sta “facendo progressi”, dopo aver ordinato un fermo a livello nazionale di tutte le partenze nazionali fino alle 9 di mercoledì mattina (locale) a seguito di un guasto di un computer. In particolare, secondo una nota della FAA, il problema ha riguardato il suo sistema di avviso alle missioni aeree (Notam), contenente informazioni essenziali per i lavoratori impegnati nelle operazioni di volo.                                                  Le partenze  sono riprese intorno alle 8:15 (orario della costa Est) ET in due degli hub più trafficati della nazione, quelli di Newark e Atlanta.  L’agenza in una nota ha affermato di stare ”ancora lavorando per ripristinare completamente il sistema di avviso alle missioni aeree a seguito di un’interruzione”, problema che ha imposto la messa a terra temporanea di tutti gli aerei a livello nazionale. Il problema del software si sarebbe manifestato nella tarda serata di martedì determinando un effetto cascata di guasti nell’interruzione.  Un esperto, citato da ABC News, ha paragonato quanto accaduto al guasto che ha paralizzato Southwest Airlines durante la tempesta di fine anno: software antiquato in ritardo per la sostituzione all’interno di una rete IT critica. Se una cosa va giù, il sistema può paralizzarsi.  Il presidente Biden ha seguito quanto stava accadendo in stretto contatto con il segretario di Stato ai trasporti, Pete Buttigieg. Lo stop imposto dalla Faa ha lasciato a terra migliaia di voti, 150 dei quali cancellati mentre per gli altri, secondo il sito web di monitoraggio dei voli FlightAware, si è accumulato un forte ritardo. Secondo la società di dati sull’aviazione Cirium, per la giornata odierna più di 21.000 voli dovevano decollare negli Stati Uniti, per lo più viaggi nazionali, e circa 1.840 voli internazionali. Anche se non ci sono prove di un attacco informatico, il presidente Joe Biden ha ordinato al Dipartimento dei trasporti di indagare sulla causa dell’interruzione.

CONDIVIDI

Leggi Anche