NEWS > 12 Gennaio
DUEMILA23

Regno Unito: dal 2010, la paga annuale degli insegnati è calata di quasi 7.500 euro

Un rapporto dell’Institute for Fiscal Studies del Regno Unito mostra come lo stipendio annuale degli insegnanti con più esperienza nel...

IN QUESTO ARTICOLO

Un rapporto dell’Institute for Fiscal Studies del Regno Unito mostra come lo stipendio annuale degli insegnanti con più esperienza nel Paese sia calato, in media, di 6.600 sterline (quasi 7.500 euro) dal 2010. L’analisi arriva in giorni complicati per il settore dell’educazione, con diversi scioperi che porteranno, con tutta probabilità, alla chiusura delle scuole: gli insegnanti infatti stanno protestando per il livello troppo basso dei salari, e la ricerca dell’Istituto non sembra fare altro che dar loro ragione.  Secondo lo studio,  gli insegnanti in attività da molto tempo rappresentano un terzo della quota di quelli attualmente operativi nel Paese e la loro paga nel 2010 si sarebbe attestata a circa 56.760 euro annui, mentre adesso ammonterebbe a poco più di 49.330 euro. Luke Sibieta, ricercatore dell’IFS, ha così commentato sul sito del The Guardian: “Il taglio degli stipendi è una delle tante ragioni che portano gli insegnanti a cambiare lavoro: con l’inflazione che arriva al 10%, ci aspettiamo di vedere salari che calano ancora del 5% nell’anno appena iniziato. Se uniamo questo effetto alla riduzione calcolata dal 2010, molti degli insegnanti con anni di esperienza alle spalle vedranno il loro stipendio annuale calare di 13 punti percentuali. Vedendo questi dati, è comprensibile che i corsi per diventare insegnanti siano sempre meno frequentati, motivo per cui le scuole faticano a trovare personale”. Dati che giustificano ancora una volta le proteste dei sindacati di categoria, come l’Association of School and College Leaders, pronta a scioperare. Sempre The Guardian ha ripreso le dichiarazioni del segretario generale, Geoff Barton: “I bassi stipendi sono uno dei motivi principali per il calo del numero di insegnanti e per la penuria di personale in specifiche materie, che porta le scuole ad affidarsi a personale non specializzato in modo da coprire queste falle. Quasi un terzo degli insegnanti che riceve l’abilitazione lascia la professione entro i primi 5 anni, una situazione tragica figlia però del modo in cui i governi hanno abbassato gli stipendi, peggiorato le condizioni lavorative e svalutato il nostro mestiere”.

CONDIVIDI

Leggi Anche