NEWS > 13 Gennaio
DUEMILA23

Terre rare: la Svezia annuncia scoperta di importanti giacimenti

Potrebbe essere cominciato l’epilogo della dipendenza dell’Europa dalla Cina per le terre rare, il prezioso materiale che ha molteplici usi...

IN QUESTO ARTICOLO

Potrebbe essere cominciato l’epilogo della dipendenza dell’Europa dalla Cina per le terre rare, il prezioso materiale che ha molteplici usi nel settore tecnologico. Una industria estrattiva svedese nel settore del ferro, la LKAB, ha annunciato di avere identificato ”depositi significativi” in Lapponia di terre rare, essenziali per la produzione di smartphone, veicoli elettrici e turbine eoliche. La LKAB, società di proprietà del governo svedese, che estrae il minerale di ferro a Kiruna, quasi 1.000 chilometri a nord di Stoccolma, ha dichiarato che ci sono più di un milione di tonnellate di ossidi di terre rare. Secondo LKAB, si tratta del più grande deposito conosciuto del suo genere in Europa. Ma la società ha avvertito che potrebbe volerci almeno un decennio prima che inizi l’attività mineraria. Il ministro dell’Industria svedese Ebba Busch ha definito la Svezia “una miniera d’oro” in seguito alla scoperta. Il suo annuncio è arrivato mentre la Commissione Europea dà gli ultimi ritocchi a una proposta per il suo Critical Raw Materials Act che dovrebbe aiutare a sviluppare catene di approvvigionamento affidabili e solide. Le terre rare oramai sono presenti in quasi tutte le attività quotidiane, dai dischi rigidi agli ascensori e ai treni. Sono particolarmente vitali per il campo in rapida crescita dell’energia verde, alimentando turbine eoliche e motori di auto elettriche. Ma l’UE è molto indietro rispetto ai concorrenti sul mercato, ottenendo circa il 98% dei suoi minerali di terre rare – nessuno dei quali viene estratto in Europa – dalla Cina. E secondo la Commissione europea, la domanda aumenterà di cinque volte entro il 2030 a causa della transizione digitale e verde dell’economia del blocco.  La LKAB – che sviluppa anche progetti di minerale di ferro senza carbonio – ha affermato che i depositi di terre rare sono stati trovati vicino alla più grande miniera sotterranea di minerale di ferro del mondo che la società gestisce a Kiruna. L’esplorazione non inizierà per anni anche se i permessi vengono consegnati molto velocemente. “Se guardiamo a come hanno funzionato altri processi di autorizzazione all’interno del nostro settore, ci vorranno almeno 10-15 anni prima che possiamo effettivamente iniziare a estrarre e fornire materie prime al mercato”, ha dichiarato il CEO di LKAB Jan Moström.

CONDIVIDI

Leggi Anche