NEWS > 16 Gennaio
DUEMILA23

Gb: quando uno stupratore seriale indossa la divisa della Polizia

Un ufficiale della polizia metropolitana di Londra, che ha usato il suo ruolo per incutere paura alle sue vittime, ha...

IN QUESTO ARTICOLO

Un ufficiale della polizia metropolitana di Londra, che ha usato il suo ruolo per incutere paura alle sue vittime, ha ammesso decine di stupri e reati sessuali nei confronti di 12 donne.  David Carrick, 48 anni, che ha incontrato alcune vittime attraverso siti di incontri, si è dichiarato colpevole di 49 reati che sarebbero stati commessi nell’arco di due decenni.                                                                                                       La polizia metropolitana si è scusata dopo che è scoppiato il caso. L’assistente commissario Barbara Gray, della polizia metropolitana, ha dichiarato: “Avremmo dovuto individuare il suo modello di comportamento violento e poiché non l’abbiamo fatto, abbiamo perso opportunità per rimuoverlo dall’organizzazione. Siamo davvero dispiaciuti che poter continuare a utilizzare il suo ruolo di agente di polizia possa aver prolungato la sofferenza delle sue vittime. Sappiamo che non si sono sentite in grado di farsi avanti prima perché ha detto loro che non sarebbero state credute”.
Carrick, che ha ammesso 24 accuse di stupro, è stato sospeso dal servizio quando è stato arrestato nell’ottobre 2021. I suoi reati sono andati avanti dal 2003 fin al 2020 e la maggior parte è avvenuta nell’Hertfordshire, dove viveva.
Carrick controllava cosa indossavano le donne, cosa mangiavano, dove dormivano e impediva persino ad alcune di parlare con i propri figli. Jaswant Narwal, procuratore capo del Crown Prosecution Service, ha dichiarato: “Carrick ha ricoperto un ruolo in cui gli era stata affidata la responsabilità di proteggere il pubblico, ma per oltre 17 anni, nella sua vita privata, ha fatto l’esatto contrario. Questo è un uomo che ha inesorabilmente degradato, sminuito, aggredito sessualmente e stuprato le donne. Col passare del tempo, la gravità della sua offesa si è intensificata man mano che si è fatto coraggio, pensando che l’avrebbe fatta franca”.  “La portata del degrado a cui Carrick ha sottoposto le sue vittime – ha aggiunto Narwal – è diversa da qualsiasi cosa io abbia incontrato nei miei 34 anni con il Crown Prosecution Service”.
Carrick, che ha prestato servizio con il comando di protezione parlamentare e diplomatica, ha incontrato alcune vittime tramite siti di incontri online come Tinder e Badoo e ha usato il suo ruolo di agente di polizia per ottenere la loro fiducia.
Ha ammesso quattro capi di imputazione per stupro, falsa detenzione e aggressione indecente, relativi a una donna di 40 anni nel 2003, lunedì alla Southwark Crown Court. Carrick, che si era già dichiarato colpevole di 43 accuse, tra cui 20 accuse di stupro, a dicembre, ha ammesso di aver violentato nove donne, alcune in più occasioni per mesi o anni, con molti di quegli attacchi che comportavano violenza che le avrebbe lasciate ferite fisicamente. Gli inquirenti non ritengono concluse le indagini, ritenendo che il numero effettivo della vittime sia più alto.
Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, si è detto “assolutamente disgustato e sconvolto” dai crimini di Carrick, dicendo che “è necessario rispondere a domande serie su come sia stato in grado di abusare della sua posizione di ufficiale in questo modo orrendo”.

CONDIVIDI

Leggi Anche