NEWS > 17 Gennaio
DUEMILA23

Gb: e’ scontro tra Londra e Glasgow per legge scozzese su gender

Il governo britannico ha bloccato la legge approvata dal parlamento scozzese che renderebbe la Scozia la prima parte del Regno...

IN QUESTO ARTICOLO

Il governo britannico ha bloccato la legge approvata dal parlamento scozzese che renderebbe la Scozia la prima parte del Regno Unito a introdurre un sistema di autoidentificazione per le persone che vogliono cambiare sesso. La legge prevede che le persone in Scozia non avrebbero più bisogno di una diagnosi medica per cambiare sesso. Anche i tempi necessari sarebbero ridotti. La decisione, presa ai sensi dello Scotland Act del 1998, è stata adottata dopo un esame delle legge scozzese da parte degli avvocati del governo britannico.                                                                                                                                      Una decisione, quella del governo di Rishi Sunak che la stampa britannica ha definito ”opzione nucleare”, rappresentando una significativa escalation delle tensioni intorno alla questione e che, a Glasgow, farà infuriare i sostenitori dei cambiamenti e i nazionalisti. Secondo i ministri britannici,  il disegno di legge avrebbe un “impatto negativo” sulla legge sull’uguaglianza in tutto il Regno Unito. Durissimo il giudizio del premier scozzese, Nicola Sturgeon, sulla decisione di Londra che ha definito un ”oltraggio”.  Il primo ministro scozzese ha affermato che il suo governo probabilmente lancerà una sfida legale in risposta ad un atto che crea “un pendio davvero molto scivoloso” e che potrebbe incoraggiare il governo del Regno Unito a fare lo stesso in altre aree. In un tweet, Sturgeon ha detto che ”questo è un attacco frontale al nostro parlamento scozzese democraticamente eletto e alla sua capacità di prendere le proprie decisioni su questioni devolute. Il governo difenderà la legislazione e difenderà il parlamento scozzese. Se questo veto di Westminster avrà successo, sarà il primo di molti”. La legge, proposta per la prima volta da Sturgeon sei anni fa, è stata approvata dal parlamento scozzese con 86 voti contro 39.

CONDIVIDI

Leggi Anche