sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 23 Gennaio
DUEMILA23

Tech: anche Spotify decide licenziamenti, la forza lavoro diminuisce del 6%

Nemmeno Spotify, il servizio di streaming musicale, riesce a restare indenne alla crisi che sta investendo il gotha delle aziende...

IN QUESTO ARTICOLO

Nemmeno Spotify, il servizio di streaming musicale, riesce a restare indenne alla crisi che sta investendo il gotha delle aziende tecnologiche. Lo conferma l’annuncio di oggi del CEO Daniel EK, che ha reso noto oggi che l’azienda che sta tagliando il 6% della sua forza lavoro globale. Uno strumento, quello della riduzione del personale, al quale stanno ricorrendo sempre più aziende per ridurre i costi, mentre l’economia globale lancia sempre più messaggi di indebolimento. E, come hanno fatto altre società tech, l’annuncio dei licenziamenti è stata data via mail, con il messaggio che Ek (che si è assunta la responsabilità della decisione) ha inviato ai dipendenti.  Il CEO ha scritto che la misura è stata presa (”difficile, ma necessaria per ridurre il nostro numero di dipendenti”) come parte del rinnovamento che prevede un rimpasto di gestione. Ek ha detto che i costi operativi dell’azienda lo scorso anno sono stati il ​​doppio della crescita dei ricavi, un divario che sarebbe “insostenibile a lungo termine” in qualsiasi clima economico, ma ancora più difficile da colmare con “un ambiente macro impegnativo “.                            Come le altre aziende tech, anche Spotify ha beneficiato dei confinamenti  dovuti alla pandemia perché sempre più persone avevano cercato intrattenimento quando erano rimaste a casa.                              ”Speravo – ha detto ancora Ek nel suo messaggio – di sostenere i forti venti favorevoli della pandemia e credevo che il nostro ampio business globale e il minor rischio per l’impatto di un rallentamento degli annunci ci avrebbero isolati. Col senno di poi, ero troppo ambizioso nell’investire prima della crescita dei nostri ricavi”.  Fornendo una indicazione generica, quella del 6% dei tagli, Ek non ha specificato quanti posti di lavoro saranno interessati tagliati sui 6.600 del totale indicato nel su ultimo rapporto annuale, facendo pensare che alla fine saranno cancellate circa 400 posizioni.

CONDIVIDI

Leggi Anche