sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 24 Gennaio
DUEMILA23

Usa: ex funzionario dell’FBI arrestato per collusione con oligarca russo

L’ex capo del controspionaggio dell’ufficio di New York dell’Fbi, Charles McGonigal, 55 anni, è stato arrestato in esecuzione di un...

IN QUESTO ARTICOLO

L’ex capo del controspionaggio dell’ufficio di New York dell’Fbi, Charles McGonigal, 55 anni, è stato arrestato in esecuzione di un provvedimento con il quale è stato accusato di avere riciclato denaro, violato le sanzioni contro la Russia mentre lavorava con un oligarca russo e, mentre era ancora in servizio al Bureau, di avere preso centinaia di migliaia di dollari da un cittadino straniero ed ex funzionario dell’intelligence straniera. McGonigal è stato arrestato, nell’aeroporto JFK di New York , appena sceso dal volo cui cui era arrivato dal Medio Oriente. Secondo l’atto d’accusa, depositato presso il tribunale federale di Washington, i pubblici ministeri sostengono che l’ex funzionario, mentre prestava servizio come agente speciale incaricato delle attività di controspionaggio dell’FBI nell’ufficio di New York,  ha preso 225.000 dollari in contanti ”da un individuo con interessi commerciali in Europa che era stato un dipendente di un servizio di intelligence straniero”. Dall’agosto 2017 fino alle sue dimissioni, nel settembre 2018, McGonigal avrebbe nascosto all’FBI la sua relazione con questo ex agente della sicurezza estera. Per Donald Alway, vicedirettore dell’Fbi,  McGonigal ”ha tradito il suo solenne giuramento agli Stati Uniti in cambio di guadagno personale e a scapito della nostra sicurezza nazionale”. Per  pubblici ministeri, dopo la sua uscita dell’FBI, McGonigal ha lavorato con l’oligarca russo Oleg Deripaska, con un suo socio, Sergey Shestakov, e una terza persona. McGonigal – che è già comparso davanti ad un giudice per la conferma del provvedimento e che ha ottenuto la libertà su cauzione, pagando mezzo milione di dollari – avrebbe svolto, per denaro, indagini su  un oligarca russo rivale di Deripaska. Per  un altro vicedirettore dell’FBI ,Michael J. Driscoll, ”gli oligarchi russi come Oleg Deripaska esercitano un’influenza maligna globale per conto del Cremlino e sono associati ad atti di corruzione, estorsione e violenza”.
Il Dipartimento del Tesoro ha sanzionato Deripaska per “aver agito o preteso di agire per conto, direttamente o indirettamente, di un alto funzionario del governo della Federazione Russa e per aver operato nel settore energetico dell’economia della Federazione Russa”. Nel 2022, i pubblici ministeri federali di New York hanno accusato Deripaska di violazione delle sanzioni. L’incarico di condurre le indagini, durate due anni, è stato affidato all’ufficio di Los Angeles dell’FBI.  McGonigal è entrato a far parte dell’FBI nel 1996 ed è stato assegnato per la prima volta al New York Field Office, dove ha lavorato al controspionaggio straniero russo e alla criminalità organizzata.

CONDIVIDI

Leggi Anche