sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 24 Gennaio
DUEMILA23

Usa: nuovi segnali di un’imminente caduta dell’economia in recessione

Nuovi segnali di un possibile inizio della recessione negli Stati Uniti già quest’anno giungono dall’esame di un indicatore dell’attività economica...

IN QUESTO ARTICOLO

Nuovi segnali di un possibile inizio della recessione negli Stati Uniti già quest’anno giungono dall’esame di un indicatore dell’attività economica americana da sempre attentamente monitorato. E’ il Leading Economic Index del Conference Board, che consolida diverse misure della traiettoria dell’economia. L’indice è diminuito a dicembre , facendo registrare il suo decimo calo mensile consecutivo. Diversi indicatori hanno contribuito ad abbassare l’indice, tra cui una settimana lavorativa media più breve per i dipendenti, ordini di produzione più deboli e aspettative dei consumatori diminuite. Negli ultimi sei mesi, come riferiscono i media specializzati, l’indice si è ridotto del 4,2%, il calo semestrale più rapido dall’inizio della pandemia e che, secondo gli esperti  di Oxford Economics,  “continua a inviare un segnale minaccioso sulle prospettive a breve termine dell’economia”, aggiungendo che il calo indica “un’economia che sta precipitando verso una recessione”.                                                                            La previsione è che la recessione inizierà tra aprile e giugno di quest’anno. I dati del Conference Board si allineano con altri recenti sondaggi, tra cui quello della National Association for Business Economics che mostra anche che la maggior parte degli economisti si aspetta una recessione quest’anno. Resta comunque, da parte di alcuni investitori,  la speranza che l’azione della Federal Reserve possa raggiungere l’obiettivo di raffreddare l’inflazione senza far precipitare l’economia in una crisi.  Dopo che la Fed ha alzato il suo tasso di riferimento  sette volte l’anno scorso, molti investitori si aspettano che la banca centrale alzi il tasso sui fondi federali ancora una volta prima di fermarsi. Alcuni sperano addirittura che la Fed riduca i tassi di interesse se l’economia dovesse rallentare troppo.

CONDIVIDI

Leggi Anche