giovedì2 Febbraio 2023
NEWS > 25 Gennaio
DUEMILA23

Sale l’insicurezza a New York, Chase Bank chiude parte dei suoi bancomat

Potrebbe essere una notizia da relegare nelle pagine interne di un giornale o in una ”breve” di un sito, ma...

IN QUESTO ARTICOLO

Potrebbe essere una notizia da relegare nelle pagine interne di un giornale o in una ”breve” di un sito, ma il fatto che Chase Bank abbia bloccato l’accesso, 24 ore su 24, ad alcuni dei suoi bancomat a New York (il provvedimento dovrebbe riguardare molte delle macchine che si trovano dentro le banche), citando “l’aumento della criminalità e del vagabondaggio”,  è destinata a fare clamore. Alcuni sportelli bancomat chiudono alle 17:00 o alle 18:00, in linea con il normale orario delle filiali, ha twittato la banca in risposta a un reclamo la scorsa settimana. Un portavoce di JPMorgan Chase ha detto che alcuni altri bancomat chiuderanno alle 22:00.  Le modifiche interessano solo un “piccolo numero” di macchine, secondo la banca (che ha diverse centinaia di filiali a New York), che non ha specificato quali e quanti bancomat non forniscono più il servizio 24 ore su 24.  “Esaminiamo i nostri orari di bancomat caso per caso e per una serie di motivi potremmo decidere di chiuderne temporaneamente alcuni durante la notte”, ha dichiarato Chase in una dichiarazione, riferita da CNN.  L’importanza della decisione è confermata dal fatto che di essa ha parlato il sindaco di New York, Eric Adams.  “La gente non vuole entrare nel bancomat e vedere qualcuno che urina… vedere qualcuno che urla e urla”, ha detto Adams, aggiungendo che si adopererò perché ”non voglio che i miei bancomat chiudano. Non voglio che la gente lasci la nostra città. Dobbiamo creare un ambiente in cui le persone siano al sicuro e si sentano al sicuro”. Le lamentele sulla sicurezza a New York si stanno moltiplicando, come quelle dei commercianti che hanno parlato dell’aumento dei furti e della “criminalità organizzata al dettaglio” dall’inizio della pandemia. Alcuni hanno iniziato a mettere sotto chiave gli articoli per l’igiene personale (i più falcidiati dai furti).  Ma l’allarme dei commercianti non avrebbe riscontro. “Garantire la sicurezza e la protezione di clienti e dipendenti è sempre stata una priorità assoluta del settore bancario”, ha dichiarato la NYBA, la New York Bankers Association in una nota. “Man mano che sorgono problemi, la NYBA e i nostri membri valutano le possibili tendenze con l’intenzione di lavorare con le banche, le forze dell’ordine e la comunità locale verso soluzioni”. La criminalità complessiva a New York è aumentata del 23,5% nel 2022, sebbene le sparatorie e gli omicidi siano diminuiti nell’ultimo anno, ha annunciato il sindaco Adams a dicembre.

CONDIVIDI

Leggi Anche