venerdì31 Marzo 2023
NEWS > 30 Gennaio
DUEMILA23

EasyJet e Ryanair si contendono il personale della fallita Flybe

Il fallimento della compagnia aerea regionale britannica Flybe ha lasciato senza lavoro molte persone, ma per loro sembra si stia...

IN QUESTO ARTICOLO

Il fallimento della compagnia aerea regionale britannica Flybe ha lasciato senza lavoro molte persone, ma per loro sembra si stia aprendo una ”guerra” tra EasyJet e Ryanair, che stanno cercando di assumerle. Flybe è entrata in amministrazione controllata sabato, lasciando senza lavoro 277 dipendenti. Mentre arrivava la notizia, EasyJet ha comunicato di avere 250 posti vacanti per il personale di cabina. Ryanair, da parte sua,  ha pubblicato un messaggio nella sezione delle carriere del suo sito Web dicendo che aveva posti vacanti in tutte le categorie, inclusi piloti, ingegneri e personale di terra.                                              Una situazione che il personale di Flybe aveva già vissuto tre anni fa, quando la compagnia – di cui era stato tentato il rilancio nell’aprile dello scorso anno – era stata costretta a licenziare duemila persone. Questa volta però il mercato del lavoro sembra più vivace, soprattutto perché l’emergenza determinata dal Covid sembra essere alle spalle.
Le compagnie aeree sono anche determinate a evitare il ripetersi della catastrofe dello scorso anno, quando la carenza di personale ha portato a migliaia di cancellazioni di voli, lasciando i passeggeri bloccati e che hanno poi fatto fioccare moltissime richieste di risarcimento. Entrando in amministrazione controllata, Flybe ha cancellato tutti i voli pianificati da e per il Regno Unito, cosa che ha interessato in totale 75.000 passeggeri, costretti ad arrangiarsi  per trovare modi alternativi di viaggiare.
Un post sul sito Web di Ryanair ha incoraggiato lo staff di Flybe a candidarsi per nuovi ruoli con la compagnia aerea che ha ”posizioni per tutti voi, in tutte le aree della nostra attività, inclusi equipaggio di volo, equipaggio di cabina, ingegneri, personale di terra e personale d’ufficio”. EasyJet, da parte sua, ha affermato che al momento non sta facendo pubblicità per i piloti, ma incoraggerebbe il personale di cabina Flybe a fare domanda per i 250 posti vacanti che ha negli aeroporti di Gatwick e Luton.
Flybe è entrato in amministrazione per la prima volta nel marzo 2020, a causa della pandemia, che ha costretto alla messa  messa a terra di quasi tutti i voli. È stato salvato da Thyme Opco, una società collegata all’hedge fund statunitense Cyrus Capital, e rilanciato all’inizio del 2022, ma come operatore molto più piccolo. Sia Ryanair che EasyJet, a detta dei loro vertici, godono di ottima salute, dopo avere superato la crisi determinata dal Covid-19.

CONDIVIDI

Leggi Anche