domenica2 Aprile 2023
NEWS > 31 Gennaio
DUEMILA23

Canada: si sperimenta la depenalizzazione di piccole quantità di droghe pesanti

Depenalizzazione di piccole quantita di droga Per  Jennifer Whiteside, ministro della salute mentale e delle dipendenze della Provincia, ”la depenalizzazione...

IN QUESTO ARTICOLO

Depenalizzazione di piccole quantita di droga

Per  Jennifer Whiteside, ministro della salute mentale e delle dipendenze della Provincia, ”la depenalizzazione delle persone che fanno uso di droghe abbatte la paura e la vergogna associate all’uso di sostanze e garantisce che si sentano più sicure nel raggiungere i supporti salvavita”. Il programma durerà dal 31 gennaio 2023 al 31 gennaio 2026, salvo revoca da parte del governo federale.
Alcuni esperti hanno messo in dubbio il limite di 2,5 grammi, affermando che non è sufficiente per tenere conto delle abitudini di molti tossicodipendenti. La vendita di droga rimane comunque illegale, così come detenerne nei perimetri delle scuole, nelle strutture per l’infanzia e negli aeroporti.
Il Canada ha legalizzato l’uso della cannabis ricreativa per gli adulti a livello nazionale nel 2018.
Ma le quattro droghe ora consentite in piccole quantità rimangono proibite, il che significa che non è prevista la vendita nei negozi, a differenza della marijuana. Anche il loro traffico transfrontaliero rimane illegale.

Effetti delle droghe leggere

La provincia canadese della British Columbia sta avviando, per la prima volta nel Paese, un esperimento per depenalizzare piccole quantità di droghe pesanti, come la cocaina e l’eroina. Da oggi, infatti,  gli adulti possono possedere fino a 2,5 grammi di tali droghe, oltre a metanfetamina, fentanil e morfina. Il governo federale del Canada ha accolto la richiesta della Provincia  della costa occidentale di un esperimento triennale. Le dieci Province canadesi godono di grande autonomia, ma non sulle tematiche come quelle del contrasto alla droga, per le quali devono agire con il consenso del governo di Ottawa. La British Columbia segue l’esempio del vicino Stato americano dell’Oregon, che ha depenalizzato le droghe pesanti nel 2020.
Sebbene tali sostanze rimarranno illegali, gli adulti trovati in possesso di un totale combinato inferiore a 2,5 grammi di droghe non saranno arrestati, accusati o sequestrati. Verranno invece offerte loro informazioni sui servizi sanitari e sociali disponibili. Ieri il ministro nazionale della Salute mentale e delle dipendenze,  Carolyn Bennett,  ha definito l’esperimento “un cambiamento epocale nella politica sulle droghe che favorisce la promozione di relazioni di fiducia e di sostegno nei servizi sanitari e sociali rispetto a un’ulteriore criminalizzazione”.  Nel 2016 la Provincia della British Columbia dichiarò la droga un’emergenza per la salute pubblica e, da quell’anno, si sono registrati oltre diecimila decessi per overdose.

CONDIVIDI

Leggi Anche