NEWS > 1 Febbraio
DUEMILA23

Usa: finisce un’epoca, la trasmissione ‘Dr.Phil’ chiuderà i battenti dopo 21 anni

Da 21 anni arrivava nelle case di milioni di americani, dispensando consigli apprezzati dal pubblico, tanto da essere diventato un...

IN QUESTO ARTICOLO

Da 21 anni arrivava nelle case di milioni di americani, dispensando consigli apprezzati dal pubblico, tanto da essere diventato un seguitissimo appuntamento. Ma ”Dr Phil”, il programma televisivo creato da Phil McGraw e noto per intervistare ospiti con storie non convezionali, ha finito il suo ciclo, anche se i nuovi episodi andranno in onda per questa e la prossima stagione. L’annuncio è arrivato da CBS Media Venture, che ha detto che McGraw seguirà “nuove iniziative”.  McGraw, laureato in psicologia,  ha iniziato la sua carriera televisiva negli anni ’90 come life coach in The Oprah Winfrey Show negli anni ’90, diventando subito famoso. La stessa Winfrey lo ha poi aiutato a lanciare il suo programma. Da allora, il dottor Phil ha offerto consulenza su una serie di argomenti, dal benessere mentale alla genitorialità, alle relazioni familiari. Personaggio divisivo (con parecchie critiche su come conduce le sue interviste, ”spremendo” i suoi ospiti), ha anche ispirato, essendone uno degli ideatori, la serie televisiva, anch’essa andata su CBS, intitolata ”Bull” (con Michael Wheaterly come protagonista, il DiNozzo di ”Ncis”) e incentrata sulla figura di un analista processuale, la prima professione di McGraw.
McGraw, che ha 72 anni, ha affermato di essere stato “benedetto con oltre 25 anni meravigliosi nella televisione diurna”. “Con questo spettacolo, abbiamo aiutato migliaia di ospiti e milioni di spettatori in tutto, dalla dipendenza e il matrimonio al benessere mentale e alla crescita dei figli”, ha detto, aggiungendo che ”questo è stato un capitolo incredibile della mia vita e della mia carriera, ma mentre mi allontano dal giorno, c’è molto di più che desidero fare”.
Il comunicato stampa non ha specificato quali saranno le nuove iniziative di McGraw, ma la società di produzione ha affermato che si concentrerà sulla programmazione in prima serata, per la stagine 2024,  che “amplierà la sua portata e aumenterà il suo impatto sulla televisione e sui telespettatori “.
Nel 2020, è stato criticato per aver parlato negativamente dei blocchi Covid nonostante la sua mancanza di esperienza medica sulla malattia. Nel 2022, il notiziario statunitense Buzzfeed ha riferito che dipendenti attuali ed ex del programma hanno denunciato “abusi verbali in un posto di lavoro che favoriscono la paura, l’intimidazione e il razzismo”. I dipendenti hanno anche parlato del trattamento non etico degli ospiti con malattie mentali, secondo il rapporto Buzzfeed.
Accuse respinte da McGraw e dalla direzione del programma.

CONDIVIDI

Leggi Anche