NEWS > 12 Febbraio
DUEMILA23

La rottura dell’accordo con Kanye West potrebbe costare ad Adidas 1,3 miliardi di dollari

La rottura con Kanye West (l’artista che ora si fa chiamare Ye e che negli ultime mesi ha fatto violente...

IN QUESTO ARTICOLO

La rottura con Kanye West (l’artista che ora si fa chiamare Ye e che negli ultime mesi ha fatto violente dichiarazioni di contenuto antisemita)  potrebbe costare ad Adida, oltre un miliardo di dollari in termini di mancate entrate. A dirlo è la stessa azienda tedesca di abbigliamento e materiale sportivo, che, dopo le sortite antisemite di West, ha interrotto una proficua collaborazione, durata nove anni, con la produzione di articoli a marchio Yeezy.                                                                                                                                In una dichiarazione, Adidas ha affermato che la sua guida finanziaria per il 2023 “rappresenta il significativo impatto negativo derivante dalla mancata vendita delle azioni esistenti”. Se la società non può ” riutilizzare ” nessuno dei rimanenti capi di abbigliamento Ye, Adidas ha affermato che questo potrebbe costarle 534 milioni di dollari di utile operativo quest’anno. La società ha dichiarato, poco dopo lo scioglimento della partnership con l’artista americano, che avrebbe tentato di vendere l’abbigliamento, privato del nome e del marchio Yeezy. Adidas ha anche affermato che la vendita delle sneaker con il proprio marchio farebbe risparmiare alla società circa  300 milioni di dollari in pagamenti di royalty e spese di marketing. Adidas ha detto che prevede anche “costi una tantum” di  213 milioni di dollari a causa di una “revisione strategica” che la società sta attualmente subendo. “I numeri parlano da soli. Al momento non ci stiamo comportando come dovremmo”, ha dichiarato il CEO di Adidas Bjørn Gulden.  L’anno scorso Adidas ha dichiarato di aver concluso la sua collaborazione con Ye perché “non tollera l’antisemitismo e qualsiasi altro tipo di incitamento all’odio”, affermando che i suoi commenti erano “inaccettabili, odiosi e pericolosi”. Adidas ha affermato di aver violato i “valori di diversità e inclusione, rispetto reciproco ed equità” dell’azienda.

CONDIVIDI

Leggi Anche