NEWS > 28 Febbraio
DUEMILA23

Trasporto aereo in Italia è possibile in alcuni aereoporti trasportare liquidi.

Sarà possibile negli aereoporti di Linate e Malpensa T1, e a Roma T1 Trasporto aereo: Enac, liquidi sopra 100 ml...

IN QUESTO ARTICOLO

Sarà possibile negli aereoporti di Linate e Malpensa T1, e a Roma T1

Trasporto aereo: Enac, liquidi sopra 100 ml in bagaglio mano a Roma T1, Linate e Malpensa T1

Grazie a nuove tecnologie in alcuni aeroporti è possibile trasportare nel bagaglio a mano liquidi superiori a 100 ml. Enac chiarisce l’ambito di applicazione della nuova possibilità e sensibilizza i viaggiatori a informarsi su questa importante novità prima di intraprendere un viaggio aereo. In alcuni aeroporti italiani ed europei, i controlli di security sono realizzati con macchinari all’avanguardia che sono in grado di individuare materiale esplosivo all’interno del bagaglio a mano, tanto da poter ovviare all’obbligo di introdurre in valigia una quantità di liquido non eccedente i 100 ml per singolo flacone. Al momento, in Italia, di tale tecnologie sono dotati solo gli aeroporti di Milano Linate, il T1 di Milano Malpensa e il T1 di Roma Fiumicino. Enac invita quindi i passeggeri a informarsi, prima di intraprendere il viaggio, affinché sia accertato che l’aeroporto di partenza, gli eventuali aeroporti di transito e quello di arrivo, siano provvisti di tale tecnologia.

Anche se uno solo degli aeroporti utilizzati per il proprio viaggio dovesse risultarne sprovvisto, rimane in vigore la regola che impone flaconi e/o contenitori di capacità non superiore a 100 ml inseriti nelle buste trasparenti richiudibili. L’Enac ha chiesto a tutte le società di gestione aeroportuale di pubblicizzare sui propri canali di comunicazione quale sia la tecnologia utilizzata, in modo da permettere ai passeggeri di avere informazioni esaustive e valutare quindi quale sia l’effettiva quantità di liquidi che possono inserire nel bagaglio a mano.

La raccomandazione dell’Enac ha come fine quello di evitare spiacevoli dinieghi da parte del personale della sicurezza aeroportuale sulla possibilità di introdurre in cabina liquidi eccedenti la quantità massima consentita, seppur provenienti da altro scalo che ne ha, invece, autorizzato il trasporto. Questa nuova tecnologia, oggi di uso facoltativo, ben presto sostituirà i macchinari precedenti garantendo un miglior ed efficace controllo ai varchi di sicurezza, restituendo ai passeggeri una libertà di movimento da molto tempo sacrificata.

CONDIVIDI

Leggi Anche