NEWS > 14 Marzo
DUEMILA23

Vinitaly: in mostra anche birre artigianali al salone Sol&Agrifood

Le migliori birre Italiane Con Xcellent Beers nell’ambito di Sol&Agrifood, la rassegna dedicata all’olio extravergine di oliva e all’agroalimentare di...

IN QUESTO ARTICOLO

Le migliori birre Italiane

Con Xcellent Beers nell’ambito di Sol&Agrifood, la rassegna dedicata all’olio extravergine di oliva e all’agroalimentare di qualità prodotte con materie prime ed eccellenze territoriali, vanno in scena le birre artigianali che saranno tra i protagonisti della 27ª edizione della manifestazione in programma a Veronafiere dal 2 al 5 aprile (solagrifood.com), in contemporanea con il 55° Vinitaly. ‘Fil rouge’ delle varie proposte, il legame della birra con i territori di provenienza che sono al centro del progetto di valorizzazione delle colture italiane dei produttori di birra aderenti al Consorzio Birra Italiana.

Saranno una quarantina i birrifici presenti a ‘Xcellent Beers’, tra questi folto il gruppo dei birrifici impegnati nella valorizzazione delle diversità legate alle caratteristiche territoriali. “È un progetto molto importante – sottolinea Mauro Pellegrini, presidente Unione Degustatori Italiani –, perché la nostra birra e in grado di esprimere le sue differenze, i valori legati alle coltivazioni di cereali o luppolo nei diversi territori; grazie alla forte presenza in fiera, renderemo i produttori protagonisti di abbinamenti unici, destinati ad assaggiatori attenti”.

Il mondo della birra in Italia è in costante fermento. Il nostro Paese, infatti, da storico importatore oggi sfiora il 40% di autoproduzione di orzo maltato, circa 83mila tonnellate e l’importazione copre il restante 60% (185mila tonnellate). Risultato questo legato all’incremento delle superfici coltivate a orzo distico, quello buono per fare birra, che hanno raggiunto i 30mila ettari, ma gli obiettivi prefissati, puntano almeno ai 70mila. A questa fase di sviluppo, si unisce l’aumento dei prezzi, conseguenza della siccità e dei mutamenti climatici con i quali la nostra agricoltura nel suo complesso sta facendo i conti. Il prezzo dell’orzo, a causa della siccità, è raddoppiato rispetto al 2019 e le rese e il seminativo ridotti.

CONDIVIDI

Leggi Anche