NEWS > 11 Aprile
DUEMILA23

Wikileaks: Assange in carcere da 4 anni, oggi a Roma sit-in di protesta.

La manifestazione dalle 15 in Piazza della Repubblica organizzata da Free Assange Italia. Nel quarto anniversario dell’incarcerazione del giornalista australiano...

IN QUESTO ARTICOLO

La manifestazione dalle 15 in Piazza della Repubblica organizzata da Free Assange Italia.

Nel quarto anniversario dell’incarcerazione del giornalista australiano l’associazione Free Assange Italia organizza oggi -dalle 15- in Piazza della Repubblica a Roma (lato Santa Maria degli Angeli) un sit-in per chiederne la liberazione. Era la mattina dell’undici aprile 2019 quando gli agenti della polizia britannica entrarono nell’ambasciata ecuadoregna di Londra, dove il giornalista australiano si era rifugiato da sette anni, e lo prelevarono con la forza.

È l’inizio dell’incubo: da lì a breve, spiega l’associazione italiana in un appello, “Assange verrà condotto nel carcere di massima sicurezza di His Majesty Prison Belmarsh, il più duro del Regno Unito, insieme a detenuti pericolosissimi, senza una condanna, in attesa della sentenza che decreterà o meno la possibilità per gli Stati Uniti di estradarlo nel loro Paese, dove verrebbe sottoposto a un processo in un tribunale composto da membri non imparziali e dove verrebbe, con tutta probabilità, incarcerato per sempre. Quattro anni in attesa di estradizione in condizioni fisiche e mentali estremamente deterioriate, certificate da autorevoli esponenti medici e istituzionali. Quattro anni in cui può ricevere visite in condizioni umilianti e che possono essere annullate anche all’ultimo minuto, come appena accaduto. Solo per aver fatto il suo dovere di giornalista”.

Alla protesta “contro l’indifferenza e i soprusi che hanno contraddistinto questa drammatica vicenda” parteciperanno giornalisti e colleghi di Assange, oltre a cittadini e comitati”. Ci sarà anche Enrico Calamai, detto “lo Schindler di Buenos Aires” perché durante la dittatura in Argentina, da giovane diplomatico, decise di non voltarsi dall’altra parte e salvò centinaia di persone da morte certa.

Un’analoga manifestazione si svolge a Genova, in Piazza de Ferrari, da stamane fino alle 18. “Se Assange venisse estradato, nessun giornalista al mondo sarebbe indenne dal rischio di ergastolo in una prigione statunitense”, ricorda Daniel Ellsberg economista, attivista ed ex analista militare statunitense.

CONDIVIDI

Leggi Anche