NEWS > 31 Maggio
DUEMILA23

“La Casa Bianca ribadisce: Gli Stati Uniti non sostengono attacchi russi, ma difendono l’Ucraina”

"La Casa Bianca ribadisce: Gli Stati Uniti non sostengono attacchi russi, ma difendono l'Ucraina"

IN QUESTO ARTICOLO

Ancora una posizione pesante della Casa Bianca

La Casa Bianca ha ribadito la posizione degli Stati Uniti riguardo alla situazione in Ucraina, affermando che non sostengono attacchi sul territorio russo. John Kirby, portavoce del Consiglio nazionale di sicurezza della Casa Bianca, ha chiarito che questa posizione è stata comunicata in modo chiaro sia privatamente che pubblicamente agli ucraini.

Kirby ha commentato i recenti attacchi di droni su Mosca, tuttavia non ha rivelato se gli Stati Uniti ritengano che Kiev sia responsabile di tali attacchi. Ha sottolineato che al momento stanno cercando di raccogliere informazioni per comprendere appieno l’accaduto e non possono fornire informazioni definitive al riguardo.

Il portavoce ha dichiarato che gli Stati Uniti continueranno a fornire all’Ucraina il supporto necessario per difendersi e proteggere il proprio territorio, ma non sosterranno attacchi in Russia. Ha sottolineato che entrambe le parti concordano sul fatto che gli ucraini hanno il diritto all’autodifesa, ma si oppongono a incoraggiare o aiutare attacchi all’interno della Russia per evitare un’escalation del conflitto.

Kirby ha ricordato che gli ucraini hanno assicurato che il materiale fornito dagli Stati Uniti non sarà utilizzato per attaccare la Russia. Ha inoltre evidenziato che se l’Ucraina decidesse di usare l’equipaggiamento fornito dagli Stati Uniti, spetta a loro prendere tale decisione, ma hanno fornito rassicurazioni che non utilizzeranno tali mezzi per attaccare la Russia.

Il portavoce ha sottolineato che è importante evitare una guerra contro l’Occidente, gli Stati Uniti e la NATO, come sostenuto dal presidente russo Vladimir Putin, poiché ciò porterebbe a ulteriori sofferenze in tutta Europa. Ha concluso affermando che una volta che gli Stati Uniti consegnano l’equipaggiamento all’Ucraina, spetta a loro decidere come utilizzarlo, poiché diventa di loro proprietà.

CONDIVIDI

Leggi Anche