NEWS > 23 Settembre
DUEMILA23

Toscana: al via l’edizione 2023 di ‘Trekking dell’artigianato’

Alla scoperta dei diorami naturali, del panno del Casentino, del marmo e del cristallo, nei luoghi e nei laboratori in...

IN QUESTO ARTICOLO

Alla scoperta dei diorami naturali, del panno del Casentino, del marmo e del cristallo, nei luoghi e nei laboratori in cui nascono.

Passeggiate tra arte, natura e botteghe. L’iniziativa firmata Artex farà tappa dal 30 settembre al 21 ottobre a Capannoli, Stia, Codena e Colle Val d’Elsa

Alla scoperta dei diorami naturali, del panno del Casentino, del marmo e del cristallo, nei luoghi e nei laboratori in cui nascono. Tornano, dopo il successo della scorsa edizione, i “Trekking dell’artigianato”, progetto ideato da Artex – Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale per promuovere un turismo slow, attento all’ambiente e ai valori culturali e sociali del territorio, tra paesaggi e botteghe.

Il viaggio propone 4 tappe per conoscere la vera anima dell’artigianato toscano e gli itinerari più suggestivi della regione, realizzati in collaborazione con Unicoop Firenze, Regione Toscana, Cna Toscana, Confartigianato Imprese Toscana, Andare a Zonzo, e riservati ai soci Unicoop Firenze.

Ogni trekking inizierà alle ore 15 e si svolgerà, il sabato pomeriggio, tra camminate e visite alle attività artigianali locali.

Il primo appuntamento, il 30 settembre a Capannoli (Pisa), ha come titolo “Tassidermia e Diorami” e vede come protagonista Naturaliter, azienda leader nel settore degli allestimenti museali, con esperienza trentennale in tassidermia, ricostruzioni scientifiche, preparazione di diorami, scenografie ed installazioni per musei di scienze naturali, musei scientifici, mostre ed esposizioni culturali, combinando arte, scienza e tecnica.

Seconda tappa, il 7 ottobre, è Stia per conoscere “L’arte del panno del Casentino”: dopo la passeggiata nei dintorni è prevista una visita alla Premiata Tessitura Tacs, 50 anni d’esperienza nel settore manifatturiero: l’azienda, nata dalla lungimiranza di Bruno Savelli e rafforzatasi grazie a suo figlio Massimo (nel 2016 insignito del titolo di Maestro Artigiano), tiene alto il nome del Casentino attraverso una produzione d’eccellenza, basata sul più ferreo rispetto delle secolari fasi di lavorazione del famoso Panno. I posti disponibili per questa tappa sono già esauriti.

Il terzo itinerario, il 14 ottobre porta a Codena (Carrara), per conoscere “L’anima del marmo”: tappa sarà l’atelier di scultura Monfroni di Michele Monfroni che esprime quella sensibilità artistica che ne modula la mano e il pensiero, attraverso la quale l’artista percepisce l’opera racchiusa nella materia in tutta la sua misura ed equilibrio.

Il viaggio tra le eccellenze toscane terminerà il 21 ottobre a Colle Val d’Elsa: qui si potranno incontrare “I Maestri del cristallo” della ColleVilca, azienda nata dalla fusione di due storiche cristallerie italiane che vanta oltre quarant’anni d’esperienza nel campo dell’arte, della tradizione artigiana e della lavorazione del cristallo al piombo contraddistinguendosi per il rispetto della tradizione, per quanto concerne la lavorazione e lo stile, sia per la ricerca, l’innovazione, la qualità e il design. Anche questa tappa è sold out.

“Continuiamo il nostro percorso, inaugurato lo scorso anno, tra le eccellenze della Toscana – dice Elisa Guidi, coordinatrice di Artex – un viaggio lento, a piedi, per assaporare le bellezze naturali e paesaggistiche della regione e insieme conoscere i saperi artigiani che caratterizzano i territori, li arricchiscono e li rendono ancora più unici”.

“E’ con grande entusiasmo che quest’anno promuoviamo i ‘Trekking dell’artigianato’, alla scoperta di luoghi bellissimi e delle eccellenze artigianali della Toscana” commenta Giovanni Lamioni, presidente di Artex e di Confartigianato Imprese Toscana. “Il turismo sostenibile è in crescita e crea valore per i territori e per l’artigianato, che costituisce uno dei pilastri dell’offerta turistica della nostra regione. Un circolo virtuoso che si autoalimenta contribuendo alla crescita economica, alla conoscenza e alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale e del nostro artigianato. Un programma di itinerari che consente di comprendere, attraverso l’esperienza della visita nei laboratori e nelle botteghe, la grande competenza tecnica ed il valore artistico e culturale di imprese che caratterizzano il tessuto economico toscano. Imprese che per molti territori rappresentano elementi essenziali del sistema produttivo e che quindi devono essere valorizzate attraverso incentivi che favoriscano i loro investimenti in innovazione e nella promozione sui mercati”.

“Come Cna Toscana sosteniamo con convinzione tutto ciò che riguarda il turismo lento, i cammini, il trekking – afferma Luca Tonini presidente di Cna Toscana -. L’artigianato nella nostra regione è strettamente legato alla cultura, alla storia e alle tradizioni che sono rappresentate dal saper fare che ancora si custodisce nelle botteghe. Iniziative come questa sono di fondamentale importanza per far sopravvivere e rafforzare il nostro mondo”.

“Siamo molto felici di rinnovare il nostro sostegno a questo nuovo ciclo di appuntamenti che offre ai nostri soci un’importante occasione di scoperta del territorio e del suo patrimonio naturalistico, storico e artigianale. Gli appuntamenti in programma, studiati con Artex e Andare a Zonzo, sono momenti di incontro e socialità in cui, camminando, si va alla scoperta della ricchezza di quel prezioso mondo artigiano che unisce sapere e saper fare. Ringraziamo Artex per la collaborazione e invitiamo i soci ad approfittare degli appuntamenti in programma, pensati in esclusiva per loro, grazie al sostegno di Unicoop Firenze”, fanno sapere da Unicoop Firenze.

CONDIVIDI

Leggi Anche