NEWS > 28 Settembre
DUEMILA23

Giornata Mondiale del Cuore: “Per il cuore, con il cuore, per te”

Il 29 Settembre ci celebra la Giornata Mondiale per il Cuore (World Heart Day) . È una giornata istituita ogni...

IN QUESTO ARTICOLO

Il 29 Settembre ci celebra la Giornata Mondiale per il Cuore (World Heart Day) .

È una giornata istituita ogni anno dalla World Heart Federation (https://world-heart-federation.org/) e da oltre 200 organizzazioni nazionali operanti in più di 100 diversi paesi.  In Italia è promossa dalla Fondazione Italiana Per il Cuore, membro nazionale della World Heart Federation e del Comitato Organizzatore del World Heart Day a livello internazionale, con la collaborazione di Conacuore (Coordinamento nazionale delle associazioni di volontariato dei cardiopatici) che raggruppa circa 80 associazioni di pazienti e Fondazione Giovanni Lorenzini (Milano – New York), partner storici di questa iniziativa, e con il patrocinio di numerosi enti e Società Scientifiche nazionali.

Quest’anno il messaggio divulgativo sarà  “Per il cuore, con il cuore, per te”. E’ un invito per la popolazione ad adottare tutti quei comportamenti che, riducendo i fattori di rischio, consentono di condurre uno stile di vita salutare, che aiuta a prevenire l’insorgenza, o l’aggravarsi di patologie cardiovascolari. 
Un chiaro messaggio per focalizzare l’attenzione su quella che è ancora la prima causa di morte nel mondo (nel 2021 più di 20 milioni di decessi), considerando che l’80% delle morti da causa cardiovascolare è prevenibile grazie a prevenzione e cure adeguate. 

Tutte le iniziative in Italia

Nel corso del mese di settembre e ottobre 2023 sono molte le iniziative gratuite aperte al pubblico che vengono organizzate da associazioni di pazienti e dai centri ospedalieri per sensibilizzare i cittadini a prendersi cura del proprio cuore. In queste occasioni, verrà distribuito l’opuscolo informativo redatto dalla Fondazione Italiana Per il Cuore con i consigli da mettere in pratica per prendersi cura del proprio cuore e della propria vita.

L’elenco delle iniziative aperte ai cittadini in tutta Italia è disponibile www.fondazionecuore.it, sulla pagina Facebook fondazioneperilcuore e sul sito del Coordinamento Nazionale Associazioni del Cuore  (CONACUORE) www.conacuore.it.

Quali sono i comportamenti salutari per il cuore

Le malattie cardiovascolari possono essere causate oltre che da malattie genetiche come l’ipercolesterolemia familiare o malattie rare come l’amiloidosi cardiaca, anche da fattori riconducibili a stili di vita non salutari e da patologie molto comuni come ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa, diabete mellito e obesità. 
Comportamenti salutari come non fumare, seguire la dieta mediterranea evitando cibi ultra processati, svolgere una regolare, anche se moderata, attività fisica, limitare il consumo di alcool e bevande zuccherate e adottare strategie utili a gestire lo stress quotidiano sono tutte azioni efficaci che ci aiutano a prenderci cura della nostra salute e del nostro cuore in particolare”:  ci spiega Emanuela Folco, Presidente della Fondazione Italiana per il Cuore

Altro importantissimo messaggio della Giornata Mondiale per il Cuore 2023 veicolato dalla Fondazione Italiana Per il Cuore, è indirizzato a quanti già soffrono di una patologia cardiovascolare e che possono fare molto per proteggere e difendere il proprio cuore e la loro qualità di vita.  
Convivere bene con una patologia cardiovascolare è oggi più che mai possibile se, oltre al corretto comportamento di prevenzione, si associa una cura adeguata.  È possibile perché sono disponibili molte terapie che possono essere personalizzate a misura di paziente, anche se è fondamentale che vengano seguite con attenzione. Seguire scrupolosamente le indicazioni ricevute – sottolinea Paolo Magni, Coordinatore Comitato Scientifico della Fondazione Italiana Per il Cuore e Professore presso l’Università degli Studi di Milano – significa non interrompere o modificare le terapie prescritte e, in casi di dubbi o difficoltà a mantenere la cosiddetta aderenza terapeutica, rivolgersi con fiducia al proprio medico curante che saprà indirizzare il percorso di cura in maniera appropriata.”

CONDIVIDI

Leggi Anche