NEWS > 6 Ottobre
DUEMILA23

Migranti: Foti (Fdi), ‘presentata interrogazione al ministro Nordio sul caso Apostolico’

“Non sfugge ad alcuno la gravità dei comportamenti del giudice Iolanda Apostolico. Il video sotto accusa risale al 25 agosto...

IN QUESTO ARTICOLO

“Non sfugge ad alcuno la gravità dei comportamenti del giudice Iolanda Apostolico.

Il video sotto accusa risale al 25 agosto 2018. “Catania, quando Salvini era Vicepremier e Ministro dell’Interno. L’estrema sinistra manifesta per chiedere lo sbarco degli immigrati dalla nave Diciotti: la folla urla ‘assassini’ e ‘animal’” in faccia alla Polizia. Mi sembra di vedere alcuni volti familiari”, ha scritto sulle sue pagine social Salvini, diffondendo il filmato. Il riferimento è proprio alla magistrata, che poco dopo viene riconosciuta dal deputato siciliano della Lega Anastasio Carrà nella donna che nel filmato è tra il cordone della polizia e i manifestanti. Nel video c’è anche il compagno di Apostolico (“pubblicamente schierato contro la Lega e dalla parte dei manifestanti”), secondo quanto riferisce il partito del vicepremier, che vede in questa circostanza rafforzare “la sensazione di totale allineamento ideologico della coppia”.

La magistrata però fornisce ad alcuni colleghi la ricostruzione di quanto si vede nel video: era tra le forze dell’ordine e i manifestanti, per la maggior parte di estrazione cattolica e in minore misura di esponenti della sinistra, nel tentativo di evitare contatti tra le due parti, dopo che c’era stato un primo scontro tra di loro.

“Non sfugge ad alcuno la gravità dei comportamenti del giudice Iolanda Apostolico: mentre da una parte annulla il trattenimento di quattro tunisini presso un Centro permanente di rimpatrio, dall’altra risulta avere partecipato, negli anni scorsi, a una manifestazione di protesta dell’azione del governo di allora colpevole di contrastare l’immigrazione clandestina. E’ qui il caso di ribadire che la terzietà del giudice non solo è un presupposto per le decisioni che assume, ma che la stessa si estende ai comportamenti pubblici al di fuori delle aule di giustizia”. Lo dichiara Tommaso Foti, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera.

“Diversamente – prosegue – è legittimo ritenere che certe decisioni, assunte nell’esercizio della funzione giudicante dalla dottoressa Apostolico, risultino più ispirate da convinzioni ideologiche che giuridiche. I penosi silenzi della sinistra al riguardo ci confermano come la stessa sia avvezza a utilizzare, a seconda delle convenienze politiche, due pesi e due misure”. “Fratelli d’Italia, proprio perché crede nello Stato di diritto e nel rispetto dovuto allo stesso, ha rivolto un’interrogazione al ministro Nordio, prima firmataria la collega Kelany, affinché nell’ambito dei poteri e delle funzioni allo stesso riservate, valuti la sussistenza o meno dei presupposti per l’adozione di iniziative di carattere ispettivo al riguardo”, conclude Foti.

CONDIVIDI

Leggi Anche