NEWS > 8 Ottobre
DUEMILA23

Storico Avvicinamento tra Israele e Arabia Saudita: Il Presidente Biden Definisce una “Pietra Miliare”

Nel corso dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, le dichiarazioni dei leader presenti stanno alimentando l’ottimismo sulla possibilità...

IN QUESTO ARTICOLO

Nel corso dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, le dichiarazioni dei leader presenti stanno alimentando l’ottimismo sulla possibilità di un accordo storico tra Israele e l’Arabia Saudita.

Nel corso dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, le dichiarazioni dei leader presenti stanno alimentando l’ottimismo sulla possibilità di un accordo storico tra Israele e l’Arabia Saudita, o quantomeno sulla normalizzazione dei loro rapporti. Questo sviluppo segue gli “Accordi di Abramo” tra Israele e Paesi arabi come Emirati Arabi Uniti, Bahrein e Marocco, e potrebbe rappresentare un passo significativo verso la fine del conflitto arabo-israeliano.

Il Faccia a Faccia Chiave:

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il presidente americano Joe Biden hanno avuto un incontro cruciale alla Casa Bianca, il primo dopo il ritorno di Netanyahu al potere. Questo summit è avvenuto dopo mesi di tensioni tra l’amministrazione americana e il governo israeliano, soprattutto a causa delle preoccupazioni legate alla riforma giudiziaria israeliana, vista come una minaccia alla democrazia.

Netanyahu ha aperto l’incontro esprimendo la possibilità di una “pace storica tra Israele e l’Arabia Saudita”, sottolineando che ciò contribuirebbe notevolmente a risolvere il conflitto arabo-israeliano e a promuovere una vera pace tra Israele e i palestinesi. Biden ha concordato che sarebbe un passo storico e ha scherzato sul fatto che dieci anni fa nessuno avrebbe immaginato la normalizzazione dei rapporti con l’Arabia Saudita.

Impegno per una Soluzione a Due Stati:

Nella dichiarazione successiva della Casa Bianca, Biden ha sottolineato la necessità di migliorare la situazione economica e di sicurezza dei palestinesi e di preservare la possibilità di una soluzione a due Stati. Ha anche ribadito la preoccupazione per qualsiasi cambiamento non consensuale nel sistema democratico di Israele. I due leader hanno convenuto di incontrarsi nuovamente a Washington nell’arco dell’anno.

L’Arabia Saudita Avvicina la Normalizzazione:

Il principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman, ha dichiarato in un’intervista a Fox News che l’Arabia Saudita è “ogni giorno più vicina” alla normalizzazione dei rapporti con Israele. Ha smentito le voci di una sospensione dei colloqui e ha espresso speranza che tale normalizzazione possa migliorare la vita dei palestinesi e consentire a Israele di giocare un ruolo più costruttivo in Medio Oriente.

Garanzie di Sicurezza e Cooperazione:

Si è discusso che l’accordo potrebbe comportare garanzie di sicurezza da parte degli Stati Uniti per l’Arabia Saudita, consolidando ulteriormente il loro legame. Mohammed bin Salman ha sottolineato l’importanza di questi rapporti di lunga data, rafforzando la cooperazione militare ed economica tra i due Paesi.

Una Dura Posizione nei Confronti dell’Iran:

Nell’intervista, il principe ereditario saudita ha anche manifestato preoccupazione per il programma nucleare iraniano, minacciando di acquisire armi atomiche se Teheran dovesse farlo per primo. Questa dichiarazione sottolinea la crescente tensione nella regione, con l’Arabia Saudita che guarda con apprensione agli sviluppi in Iran.

In sintesi, i segnali positivi provenienti da queste dichiarazioni indicano che un possibile accordo tra Israele e l’Arabia Saudita è sulla buona strada e potrebbe rappresentare un passo significativo verso una stabilità a lungo cercata nella regione del Medio Oriente.

CONDIVIDI

Leggi Anche