NEWS > 21 Ottobre
DUEMILA23

“Aiuti Umanitari Entrano nella Striscia di Gaza, Ma Serve Di Più”

“Hamas non difende la Palestina, fa jihad”. In una dichiarazione di risonanza internazionale, la presidente del Consiglio italiano, Giorgia Meloni,...

IN QUESTO ARTICOLO

“Hamas non difende la Palestina, fa jihad”.

In una dichiarazione di risonanza internazionale, la presidente del Consiglio italiano, Giorgia Meloni, ha sollevato una serie di punti chiave durante un incontro con la stampa al Cairo, in occasione di un vertice internazionale. La sua affermazione principale è stata categorica: “Hamas non difende la Palestina, fa jihad”. Questa affermazione ha sottolineato la sua percezione dei recenti eventi nella regione, mettendo in discussione la vera natura dell’azione di Hamas.

Meloni ha enfatizzato la sua opinione riguardo alle azioni di Hamas contro Israele, sostenendo che queste azioni non siano motivate dalla causa palestinese, ma piuttosto siano una forma di jihad islamica. Secondo la presidente del Consiglio, l’obiettivo potrebbe essere quello di ostacolare il processo di normalizzazione in corso nel Medio Oriente. Ha anche avvertito del pericolo di una strategia che punta a dividere e creare uno scontro di civiltà e una guerra di religione. Tuttavia, ha sottolineato che ciò non dovrebbe essere permesso, poiché non è nella migliore interesse della regione.

Inoltre, Meloni ha affrontato il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, sottolineando l’importanza di difendere il diritto di Israele a esistere e a proteggersi contro attacchi che portano a una disumanizzazione del popolo ebraico. Ha rilevato la presenza di antisemitismo nelle immagini degli attentati di Hamas e ha evidenziato che questo problema va ben oltre la questione israelo-palestinese. La presidente del Consiglio ha espresso il suo sostegno al diritto di Israele di garantire la sicurezza dei suoi cittadini, ma ha anche sottolineato che il miglior modo per farlo è prevenire l’isolamento di Israele dalle nazioni che hanno lavorato per un processo di normalizzazione.

Nel contesto della diplomazia, Meloni ha dichiarato di aver avuto dialoghi con paesi del Nord Africa, arabi e del Golfo. Ha sottolineato l’importanza di portare avanti una strategia di cooperazione internazionale e ha sottolineato il suo impegno a partecipare a vertici internazionali come quello al Cairo.

Nel frattempo, il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha evidenziato la crescente necessità di assistenza umanitaria a Gaza. Un convoglio di 20 camion della Mezzaluna Rossa egiziana si è diretto verso Gaza, ma Guterres ha sottolineato che la popolazione di Gaza ha bisogno di un impegno a lungo termine per fornire gli aiuti necessari. Ha dichiarato che l’ONU sta lavorando instancabilmente con tutte le parti coinvolte per garantire un flusso costante di aiuti nella quantità richiesta.

La situazione nella Striscia di Gaza rimane critica, con la necessità di aiuti umanitari che continua a crescere. Mentre i leader internazionali cercano soluzioni diplomatiche e strategie per affrontare le sfide della regione, la fornitura di assistenza diretta alla popolazione rimane una priorità fondamentale.

CONDIVIDI

Leggi Anche