NEWS > 26 Ottobre
DUEMILA23

Funghi, perché fanno bene alla salute

Il nostro Paese, da Nord a Sud, è ricco di boschi nei quali è possibile cogliere una grande varietà di...

IN QUESTO ARTICOLO

Il nostro Paese, da Nord a Sud, è ricco di boschi nei quali è possibile cogliere una grande varietà di funghi, uno degli alimenti più apprezzati in autunno e che non deve mai mancare sulle nostre tavole.

Porcini, cardoncelli, chiodini, gallinacci, sono tutti protagonisti di innumerevoli ricette tutte da esplorare e gustare a pieno. Chiamati anche miceti, i funghi fanno parte della grande famiglia di lieviti e muffe.  Sono un alimento ricco di minerali, microelementi e vitamine preziose per il sostentamento del nostro organismo. Contengono infatti le note vitamine del complesso B come la B1, B2, B3, B6, la vitamina C e la D. Tra i sali minerali ricordiamo il potassio, il ferro, il selenio, il magnesio.

Quali sono i benefici dei funghi

I funghi sono considerati degli alleati per la salute dell’organismo e per la cura di capelli e pelle. Scopriamo insieme quali sono i loro principali benefici:

–      rafforzano le ossa: il loro contenuto di vitamina D aiuta a calcificare efficacemente le ossa. Nelle diete vegetariane sono indispensabili per l’apporto di questa vitamina di cui spesso sono carenti. Inoltre sono utili per contrastare l’osteoporosi in menopausa e per avere denti san, più a lungo;

–      alleati contro l’anemia: apportano all’organismo una quantità di ferro considerevole che serve per contrastare la stanchezza, l’affaticamento, lo stress psicofisico, tutti sintomi della carenza di questo virtuoso minerale;

–      regolarizzano l’attività intestinale: come tutti gli alimenti che contengono lieviti svolgono un ruolo prezioso nel mantenimento della flora intestinale aiutando l’intestino a funzionare efficacemente contrastando stipsi e stitichezza croniche.  Grazie al loro contenuto di acqua svolgono un effetto depurativo che consente di eliminare le scorie e le tossine in eccesso;

–      azione antitumorale: grazie al selenio prevengono l’insorgenza del cancro alla vescica e al colon;

–      donano energia: il loro contenuto di potassio è un valido aiuto nei periodi caratterizzati dal cambio stagionale in cui si soffre di astenia e stanchezza e malessere generale. Importanti anche nel rafforzare il sistema immunitario dall’attacco di virus e batteri durante la stagione più fredda;

–      azione anti –aging: le loro sostanze antiossidanti e i folati prevengono la formazione dei radicali liberi, responsabili dello stress ossidativo e dell’invecchiamento cellulare. Aiutano a mantenere la pelle giovane ed elastica e i capelli più forti e lucenti.

Quali sono le controindicazioni dei funghi

Solitamente i funghi presentano delle controindicazioni solo in chi  ha allergie ed intolleranze  nei confronti di essi. Essendo poco digeribili è bene consumarli con moderazione e mangiare solo quelli commestibili perché vi sono quelli che non possono essere mangiati.

Un’intossicazione da funghi generalmente provoca nausea, diarrea, vomito e dolori addominali. Vi sono funghi ritenuti pericolosi perché composti da sostanze neurotossiche. È sempre quindi bene affidarsi ad esperti e non cogliere funghi che non si conoscono.

CONDIVIDI

Leggi Anche