NEWS > 26 Ottobre
DUEMILA23

“Uragano Otis: La Furia Inaspettata Si Abbatte su Acapulco, il Messico Tremante di Fronte a una Catastrofe Imminente”

L’uragano Otis, in un crescendo di potenza impressionante, si è trasformato da una tempesta tropicale iniziale a una spaventosa tempesta...

IN QUESTO ARTICOLO

L’uragano Otis, in un crescendo di potenza impressionante, si è trasformato da una tempesta tropicale iniziale a una spaventosa tempesta di categoria 5

L’uragano Otis, in un crescendo di potenza impressionante, si è trasformato da una tempesta tropicale iniziale a una spaventosa tempesta di categoria 5, rappresentando un potenziale cataclisma, e ha colpito senza pietà la costa meridionale del Pacifico messicano, precisamente la popolare località balneare di Acapulco.

Le preoccupazioni e gli avvertimenti del Centro Nazionale per gli Uragani degli Stati Uniti (NHC) sono inequivocabili: “Danni catastrofici sono ormai inevitabili mentre il cuore dell’uragano si avvicina sempre di più alla terraferma”. Tuttavia, c’è una spruzzata di speranza nel fatto che Otis, una volta entrato nell’entroterra caratterizzato da terre montuose, possa perdere parte della sua potenza devastante e forse dissolversi nel corso di questa stessa sera.

Quello che è accaduto in poche ore è semplicemente sbalorditivo. Solo ieri, Otis era una modesta tempesta tropicale, un fatto che ha colto di sorpresa tanto le autorità quanto gli abitanti degli stati interessati, in particolare il Guerrero. Ad Acapulco, una città che conta circa 780.000 residenti, la corsa all’approvvigionamento dell’ultimo minuto di acqua e cibo è stata frenetica. La metà dei posti letto negli alberghi è stata prontamente occupata, mentre il resto è stato destinato a rifugi temporanei per i residenti delle zone a rischio. Le scuole sono state chiuse in via precauzionale. È importante notare che nel 1997, Acapulco fu colpita dall’uragano Paulina, un evento di categoria 4 che si tradusse in una tragedia con la perdita di oltre 200 vite umane.

Il governo dello stato di Guerrero ha messo a disposizione ben 396 rifugi in tutta la regione. Il sindaco di Acapulco, Abelina López, ha dichiarato: “Siamo in massima allerta” e ha fortemente sollecitato i residenti a cercare riparo nelle loro case o nei rifugi della città. Addirittura, il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, ha utilizzato la piattaforma X per lanciare un appello pressante: “Andate nei rifugi, cercate luoghi sicuri lontano da fiumi, ruscelli e burroni, e restate in guardia, senza sottovalutare la situazione”.

La minaccia rappresentata da Otis è ora molto chiara, e la popolazione messicana è alle prese con una situazione emergenziale senza precedenti. L’uragano Otis è passato da un evento meteorologico apparentemente inoffensivo a un potenziale disastro di proporzioni catastrofiche, e il Messico è chiamato a unirsi e a fare fronte all’urgenza di proteggere vite umane e beni. La comunità internazionale segue con apprensione e solidarietà questa crisi imminente, auspicando che la potenza di Otis si affievolisca al più presto, evitando ulteriori danni.

CONDIVIDI

Leggi Anche