NEWS > 28 Ottobre
DUEMILA23

Terzo Polo: Calenda cerca la terza via e mette fine al bipolarismo.

Nella recente assemblea nazionale tenutasi oggi nella capitale, il posizionamento di Azione è diventato sempre più evidente. La scaletta degli...

IN QUESTO ARTICOLO

Nella recente assemblea nazionale tenutasi oggi nella capitale, il posizionamento di Azione è diventato sempre più evidente.

La scaletta degli interventi ha visto la partecipazione di diversi esponenti del governo, tra cui Alfredo Mantovano e il ministro della Giustizia Carlo Nordio. Anche le opposizioni hanno avuto voce, con Elly Schlein e Riccardo Magi di Più Europa a rappresentarle.

Azione sembra proporsi come ponte tra centrodestra e centrosinistra, e Carlo Calenda, con il suo Terzo Polo, cerca di posizionarsi proprio in questo spazio intermedio. Calenda enfatizza l’importanza del dialogo su temi concreti, come il salario minimo e la riforma dell’abuso d’ufficio, ma esclude alleanze organiche. Il suo obiettivo è chiaro: terminare l’era del bipolarismo in Italia.

Calenda ha dichiarato: “Vogliamo costruire un grande fronte repubblicano. Siamo pronti a cambiare se necessario e lo faremo per costruire un grande partito riformista, democratico e popolare”. Tuttavia, rimane fuori da ogni schema di coalizione, sottolineando una collaborazione basata esclusivamente sui temi.

Schlein, dal canto suo, sottolinea l’importanza della coesione e della collaborazione. Tuttavia, Calenda ha risposto deciso alle sue proposte: “Il campo largo? Over my dead body”, facendo intendere una ferma opposizione a qualsiasi alleanza troppo ampia.

In termini di sanità, Calenda non ha esitato a criticare i 5 Stelle definendo la loro proposta una “riforma pericolosa”, suggerendo che se non sono d’accordo, “vadano pure a quel paese”.

Riguardo a Renzi, Calenda è chiaro: la storia è chiusa. E anche la questione dei gruppi parlamentari sembra non interessarlo più.

L’assemblea ha visto la partecipazione di diverse personalità politiche, tra cui Mara Carfagna, Matteo Richetti e la ‘new entry’ Elena Bonetti. Carfagna ha sottolineato il fallimento del progetto di fusione con Italia Viva, ma ha ribadito l’importanza di Azione come fulcro di forze liberali, moderate e riformiste.

In chiusura, Calenda ha ribadito: “Oggi riparte ufficialmente il lavoro del Terzo Polo. L’obiettivo è chiudere la stagione del bipolarismo che ha distrutto il Paese”.

CONDIVIDI

Leggi Anche