NEWS > 23 Marzo
DUEMILA24

Chiamami col tuo nome, una storia intensa sui passi fragili dell’amore

Un libro che è diventato un successo senza precedenti. Scritto da Andrè Aciman, è stato portato al cinema da Luca...

IN QUESTO ARTICOLO

Un libro che è diventato un successo senza precedenti. Scritto da Andrè Aciman, è stato portato al cinema da Luca Guadagnino in un film che ha conservato sua straordinaria bellezza 

Nell’editoria contemporanea c’è una vera e propria riscoperta dei romanzi d’amore vecchio stile. Da tempo lasciati nell’etere e bollati come narrativa di serie B, nell’epoca più moderna, sono diventati un vero e proprio punto di riferimento per il mondo che abbiamo intorno e per leggere (e rileggere) i nostri usi e costumi più particolari. A questa narrativa classica si è aperta anche una finestra su storie più forti (ed emozionanti) che mettono in scena racconti intensi e tormentati in cui i protagonisti sono due uomini. E, anche in questo caso e anche se non sembra, sono tanti i romanzi sul genere che sono usciti dalla nicchia dei social per diventare veri e propri fenomeni editoriali. Di recente abbiamo parlato di “Come anima mai”, ma è giusto soffermarsi anche sulla storia bellissima di Chiamami col tuo nome, romanzo scritto da Andrè Aciman. Arrivato in Italia nel 2008 per Guanda Editore, nel 2016 è diventato un film per il cinema diretto da Luca Guadagnino che ha finito poi per lanciare nel firmamento di Hollywood il giovane (ma talentuoso) Timotheé Chalamet (oggi protagonista in Dune). Il libro è considerato un vero e proprio classico della letteratura contemporanea, amato per uno stile poetico, lirico e di rara bellezza, e apprezzato per una storia sincera e dolce su un amore che vince su tutto, persino sulle pieghe del tempo. L’autore con questo libro si è imposto come uno tra gli scrittori più apprezzati degli anni 2000 e il romanzo è entrato di diritto negli annales perché è uno dei pochi che ha toccato – senza falsi perbenismi – l’amore tra due uomini, spogliando i protagonisti delle loro inibizioni. 

Quella calda estate del 1987…

La storia è ambientata nel nostro paese, in un immaginario paesino della Liguria, che farà da sfondo alla storia d’amore tra Elio e Oliver. Il primo è un ragazzino che cerca ancora di conoscere se stesso ed è alle prese con i problemi dell’adolescenza, il secondo è un giovane americano dal carattere schivo che arriva in Italia per una lunga vacanza e per scrivere la sua tesi di laurea. Elio e Oliver si innamorano al primo sguardo, ma il loro non è un amore facile. È conteso, è tormentato, è viscerale, è passionale ed è osteggiato dal tempo e da una società che, all’epoca, ancora non vedeva di buon occhio questo sentimento unico del suo genere. Durante quell’estate, però, Elio e Oliver si amano e perdono un’infinità di volte, per rendersi conto (solo dopo molti anni) che quel sentimento così dirompente si è trasformato in un amore totalizzante che ha vinto su qualsiasi cosa. Anche sulla forza del tempo.

Una storia che parla di un amore universale

 Il libro è straordinario. Non ci sarebbe niente altro da dire. Nonostante il racconto mette in scena una storia d’amore “proibita”, le parole sono così intense e viscerali che è impossibile non restare imbrigliati tra le pagine del romanzo. L’autore, grazie a una prosa di una bellezza incredibile, fotografa un mondo lontano e a noi vicino, facendo emergere sogni e speranze di un’Italia che guardava al futuro con uno sguardo melanconico e, allo stesso tempo, è capace di muoversi con agilità tra due personaggi così complessi, regalando un’immagine vivida di un amore potente che ha resistito al tempo, alla distanza e allo scorrere della vita stessa. Non è solo un romanzo d’amore (tra due uomini) ma Chiamami col tuo nome è un romanzo sull’amore e su un sentimento che non ha sesso e non ha età.

Andrè Aciman, il narratore dei sentimenti

Dicevamo, il libro è diventato un film che ha vinto anche un premio Oscar come miglior sceneggiatura non originale. L’autore, grazie a questo successo così inaspettato, si è consacrato in Italia e nel mondo. Di origini egiziane, è apprezzato proprio perché racconta tutte le sfumature dei sentimenti umani con un tratto onesto e brillante. Dopo Chiamami col tuo nome ha pubblicato Cercami che funge poi da sequel, senza dimenticare Notti bianche e Variazione sul tema originale.

CONDIVIDI

Leggi Anche