domenica29 Gennaio 2023

DA ADNKRONOS

Meteo, la prossima settimana arriva la ‘sciabolata artica’

(Adnkronos) – La prossima settimana si annuncia pienamente invernale, gelida su tutta l’Italia. Come spiegano gli esperti di www.ILMeteo.it, entro la giornata di Santa Lucia una sciabolata artica busserà alle porte dell’Europa e scenderà anche verso il nostro Paese, provocando conseguenze importanti: l’ultimo aggiornamento lo ha appena confermato, saremo di fronte alla prima seria ondata fredda della stagione e attenzione perché ci saranno verosimilmente sorprese di neve fino in pianura. 

Allargando il nostro sguardo all’intero scacchiere emisferico possiamo notare come una vasta area di bassa pressione, centrata sull’Europa orientale, riuscirà a richiamare una poderosa irruzione di aria gelida di estrazione artica che, a più riprese, punterà il cuore del Vecchio Continente. 

Anche l’Italia verrà investita dalle correnti gelide nord-orientali con le temperature che crolleranno, scendendo di diversi gradi e portandosi ben al di sotto delle medie climatiche. 

La cartina qui sotto mostra le temperature minime attese proprio in avvio della prossima settimana (in particolar modo tra Lunedì 12 e Martedì 13): i colori azzurrino e blu indicano valori termici ben sotto lo zero. 

Successivamente, da Mercoledì 14 in avanti, il flusso freddo potrebbe interagire con le correnti umide e perturbate provenienti dall’Atlantico, dando luogo ad un mix potenzialmente esplosivo. Al momento, infatti, è previsto un peggioramento del tempo a partire dal Centro-Sud verso il Nord, con le basse temperature che favorirebbero l’arrivo della neve anche in pianura. 

La cartina qui sotto, riferita alla giornata di Mercoledì 14 Dicembre, conferma tale ipotesi: in neretto è indicata la quota a cui potrebbe scendere la neve, mentre il colore viola rappresenta l’accumulo previsto nelle 24 ore. 

Vista la distanza temporale, ancora abbastanza elevata, non è naturalmente possibile scendere troppo nei dettagli, ma possiamo comunque affermare che ci aspetta una fase molto dinamica e sicuramente fredda, con il rischio di neve a bassa quota se non in pianura.