sabato28 Gennaio 2023

DA ADNKRONOS

Ucraina, Zelensky: “Serve scudo aereo per difesa da Russia”

(Adnkronos) – “All’Ucraina serve uno scudo aereo contro la Russia”. Sono le parole del presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un videomessaggio su Telegram, dopo l’ennesima giornata di attacchi di Mosca. “Stanno usando tutte le risorse possibili contro il nostro popolo che deve essere protetto dai missili russi. E come? Con uno scudo di difesa aerea, solo così potrò proteggere la mia gente”. “Mi rivolgo allora ai Paesi amici per far comprendere che solo in questo modo potremo dare risposta al terrore russo. Trovate il modo – si appella – di darci un sistema di protezione per i nostri cieli”.  

“Solo questo significherà sicurezza per milioni di persone e un riallineamento strategico dell’intera situazione militare” dice Zelensky nel consueto video serale. “Minori sono le opportunità che la Russia ha per creare terrore, maggiori saranno le opportunità che avremo per tornare alla pace” conclude. 

L’ATTACCO IN UN CENTRO ANZIANI – Un missile russo ha colpito oggi una struttura che fornisce assistenza agli anziani a Stepanivka. A darne notizia è stato il governatore della regione meridionale di Kherson, Yaroslav Yanushevych precisando che un “centro geriatrico” è stato colpito oggi nel villaggio di Stepanivka. “Nell’edificio del centro, i cancelli sono stati distrutti, le finestre e le porte sono state sfondate, e ci sono stati danni al tetto e al portico. Fortunatamente non ci sono state vittime o feriti”. 

LA STRAGE DI BAMBINI – I soccorritori hanno recuperato il corpo di un bambino di un anno e mezzo dalle macerie di un attacco russo su un edificio residenziale di tre piani nella città ucraina centrale di Kryvyi Rih, nella regione di Dnipro. Lo ha reso noto il governatore della regione Valentyn Reznichenko. In totale, quattro persone sono state uccise nell’attacco di ieri mattina a Kryvyi Rih, ha detto Reznichenko. Altri 13 sono rimasti feriti tra cui quattro bambini. 

Dall’inizio della guerra in Ucraina sono 450 i bambini uccisi e almeno 863 quelli rimasti feriti. Lo ha riferito l’ufficio del procuratore generale, sottolineando che questi numeri non sono definitivi, poiché una verifica effettiva del numero è complicata nei luoghi di guerra. 

LE INFRASTRUTTURE PRESE DI MIRA – Il direttore della Cia Bill Burns ha affermato che crede che gli attacchi della Russia contro le infrastrutture dell’Ucraina continueranno, anche se l’agenzia prevede un “ritmo ridotto” di combattimenti durante l’inverno. Per ora, ha detto, la Cia non vede una via immediata ai negoziati per porre fine al conflitto: “Non crediamo che i russi al momento siano seri riguardo a un vero negoziato”. 

È probabile, inoltre, secondo l’Istituto statunitense per lo studio della guerra, che le forze russe intensifichino i loro attacchi su Kiev per alimentare il malcontento pubblico nella capitale, ma è improbabile che questi attacchi missilistici spezzino la volontà dell’Ucraina. “Gli attacchi russi continuano a rappresentare una minaccia significativa per i civili ucraini, ma non aumentano la loro capacità di condurre operazioni offensive in Ucraina” sottolinea lo studio americano.