mercoledì30 Novembre 2022

DA BUSINESS WIRE

Mary Kay evidenzia gli sforzi per promuovere lo sviluppo dell’imprenditoria femminile nel mondo attraverso collaborazioni d’impatto

Celebrando la Giornata dell’Imprenditoria femminile, Mary Kay condivide le collaborazioni esterne e gli sforzi collaborativi per liberare il potenziale delle imprenditrici in tutto il mondo.

DALLAS–(BUSINESS WIRE)–Mary Kay Inc., grande sostenitrice dell’emancipazione economica delle donne e dell’uguaglianza di genere, celebra oggi la Giornata dell’imprenditoria femminile riaffermando il suo impegno globale nei confronti delle imprenditrici attraverso sforzi e collaborazioni esterne incentrate sulla promozione dell’imprenditoria femminile.

Mary Kay evidenzia gli sforzi per promuovere lo sviluppo dell'imprenditoria femminile nel mondo attraverso collaborazioni d'impatto | Italiani News

Una società fondata sullo sviluppo dell’imprenditoria presente in quasi 35 paesi, da quasi 60 anni Mary Kay emancipa le donne e supporta le loro aspirazioni imprenditoriali. L’azienda collabora con i responsabili del cambiamento attraverso collaborazioni mirate in tutto il mondo per aiutare a smantellare gli ostacoli all’emancipazione economica delle donne e accelerarne l’inclusione nell’ecosistema imprenditoriale.

POTENZIALE DEL VALORE E SFIDE ALL’EMANCIPAZIONE DELLE DONNE:

Ampliare l’inclusione economica delle donne migliora le condizioni delle famiglie, rafforza le comunità e aumenta la resilienza delle società. I dati dimostrano che le donne tendono a reinvestire fino al 90% dei loro guadagni nelle loro famiglie e comunità locali.1 È inoltre dimostrato dalla ricerca che le imprese a conduzione femminile, mentre vengono colpite dalle crisi economiche in maniera sproporzionata, sono resilienti, agili e sostenibili.2 Le imprese a conduzione femminile spesso rispondono alle crisi con l’innovazione, affrontando le sfide globali più urgenti, compresi i cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità.

Nonostante l’evidenza dell’effetto moltiplicatore dell’imprenditoria femminile, le donne nell’imprenditoria continuano ad incontrare ostacoli in tutto il mondo dovuti a un accesso non paritario al capitale, alla formazione professionale, all’inclusione nella catena del valore globale e all’accesso ai mercati per i loro prodotti e servizi. A queste barriere si aggiungono leggi inique. Secondo il 2022 Women, Business and the Law Report (Relazione sulle donne, le imprese e la legge), quasi 2,4 miliardi di donne in età lavorativa non gode ancora degli stessi diritti economici dell’uomo.3

Le sfide sono talmente grandi che, stando al 2022 Global Gender Gap Report, ci vorranno ben 151 anni per colmare il divario di genere nell’ambito della partecipazione economica e delle opportunità.4

Quando le donne vengono escluse dall’ecosistema imprenditoriale, ciò significa che le aziende e gli investitori perdono un’enorme opportunità di investimento. In Europa, ad esempio, gli studi dimostrano che nonostante le donne ottengano metà del capitale di investimento rispetto agli uomini, le loro imprese generano il doppio dei ricavi per ogni dollaro investito.5

Allineata alla sua missione di arricchire la vita delle donne, Mary Kay e i suoi collaboratori sono impegnati nel promuovere l’imprenditoria delle donne e sostenere le imprenditrici aspiranti o affermate ovunque nel mondo.

Riconoscendo che l’emancipazione femminile e l’uguaglianza di genere sono catalizzatori e acceleratori essenziali per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS), la strategia decennale per la sostenibilità di Mary Kay, lanciata nel 2021 – Enriching Lives Today for a Sustainable Tomorrow (Arricchire vite oggi per un domani sostenibile) – si basa su un forte obiettivo di uguaglianza di genere e su un impegno fondamentale per conferire potere a 5 milioni di donne in tutto il mondo entro il 2030 attraverso importanti iniziative e collaborazioni. Promuovere la partecipazione economica delle donne non è solo un bene per la crescita sostenibile ma assicura anche che nessuno venga lasciato indietro – un principio chiave dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Ispirati dalla nostra missione di azienda di sviluppo imprenditoriale fondata da una donna per le donne, riteniamo di dover investire nelle donne e valorizzarne le capacità per realizzare tutti i vantaggi della loro partecipazione economica non solo per l’economia ma anche per la società in generale. Stiamo trasformando lo scenario per le imprenditrici affrontando gli ostacoli che incontrano sul loro percorso attraverso importanti collaborazioni mirate a sfidare lo status quo”, ha dichiarato Deborah Gibbins, Direttrice Generale di Mary Kay Inc.

LE IMPORTANTI COLLABORAZIONI IN CORSO PER PROMUOVERE L’IMPRENDITORIA FEMMINILE IN TUTTO IL MONDO COMPRENDONO:

  • The SDG Pilot Village Project in China – A Women-focused Poverty Reduction Development Project (Progetto pilota di implementazione degli OSS a livello di villaggio: riduzione della povertà e sviluppo sostenibile incentrati sulle donne)

    • Consapevoli del fatto che il miglioramento della vita delle donne residenti in aree rurali riveste un’importanza fondamentale nella lotta contro la povertà e ai fini del raggiungimento di uno sviluppo sostenibile, il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (United Nations Development Programme, UNDP) in Cina e Mary Kay, in collaborazione con il governo cinese, la pubblica amministrazione e i partner delle ONG, hanno lanciato il SDG Pilot Village Project a Waipula, nella provincia cinese di Yunnan, nel 2017.6 Nel progetto congiunto, sono state smantellati gli ostacoli all’imprenditoria delle donne attraverso la fornitura di protezione sociale e la creazione di opportunità imprenditoriali ecologiche supportate da iniziative per valorizzare la leadership nei forum decisionali della comunità.
    • I risultati di questo progetto incentrato sul genere (Fase I: 2017-2021) sono stati:

      • Riduzione del tasso di povertà locale nel villaggio da 28% nel 2017 a 0% nel 2020.
      • Attraverso la formazione e lo sviluppo di competenze, 60 famiglie e 193 persone che vivevano al di sotto della soglia di povertà sono uscite dalla condizione di povertà nel 2020.
      • 210 lavoratori stranieri stagionali e 120 lavoratori stranieri con contratti di lavoro a lungo termine, la maggior parte dei quali costituita da donne, sono riusciti a tornare a casa per trovare un lavoro o avviare un’attività in proprio e ricongiungersi ai loro figli e alle loro famiglie.
      • 607 donne locali hanno trovato lavoro e hanno aumentato il proprio reddito, tra queste alcune sono divenute leader nelle loro comunità assumendo cariche quali membri del comitato del villaggio e responsabili nei settori locali delle arti e dell’accoglienza turistica.
      • Il reddito pro capite è cresciuto salendo a 14.128 renminbi (RMB)/2.107 dollari nel 2021.
      • Il progetto ha promosso 12 dei 17 OSS.
  • La WE Empower UN SDG Challenge – Supporting Women Social Entrepreneurs (Sfida OSS per Sostenere le imprenditrici in ambito sociale)

  • The Women’s Entrepreneurship Accelerator (L’acceleratore dell’imprenditoria femminile)

    • Nel 2019, assieme a 6 agenzie dell’ONU, Mary Kay ha avviato il Women’s Entrepreneurship Accelerator (WEA) con la missione di creare un ecosistema abilitante al servizio delle imprenditrici.
    • Le 6 Agenzie ONU che comprendono la WEA sono: International Labour Organization (ILO), International Trade Centre (ITC), International Telecommunication Union (ITU), UN Global Compact (UNGC), the United Nations Development Programme (UNDP) e UN Women.

I RISULTATI PRINCIPALI OTTENUTI ATTRAVERSO IL WOMEN’S ENTREPRENEURSHIP ACCELERATOR COMPRENDONO:

  • Sviluppo delle politiche imprenditoriali in Messico e in Brasile

    • Nel corso del 2020 e 2021, ILO ha condotto e rilasciato una valutazione del Women’s Entrepreneurship Development (WED) sulle condizioni delle politiche che impattano l’imprenditoria delle donne incentrata sui settori del commercio e dell’industria di Città del Messico in supporto di WEA. La valutazione comprendeva una serie di 19 raccomandazioni azionabili per affrontare i divari istituzionali che interessano le imprenditrici. In Brasile, ILO ha collaborato don Serviçio Nacional de Aprendizagem Industrial (SENAI) per promuovere lo sviluppo dell’imprenditoria femminile attraverso un pacchetto di campagne di comunicazione e di sensibilizzazione, workshop ed eventi per lo sviluppo delle capacità.
  • Lancio del Women’s Entrepreneurship EXPO

    • Nel 2021, il primo EXPO dell’imprenditoria femminile guidato da donne dell’ONU con il sostegno di Mary Kay ha organizzato un campo di formazione nella regione dell’Europa e Asia Centrale (EAC) per aumentare le capacità delle donne imprenditrici di attrarre investimenti. Questo è culminato in un Finale con proposte per gli investitori nell’aprile 2022, in cui 25 donne imprenditrici provenienti da 9 paesi (Turchia, Bosnia ed Erzegovina, Georgia, Kazakistan, Kosovo, Kirghizistan, Macedonia del Nord, Moldavia e Serbia) hanno presentato le loro startup in fase iniziale e i loro piani aziendali per affrontare una delle maggiori sfide che incontrano per le donne imprenditrici nel far crescere la loro impresa – l’accesso al capitale. Dopo aver presentato le proposte, gli investitori hanno offerto supporto finanziario, mentoring e opportunità di networking alle donne imprenditrici per aiutarle a scalare le loro imprese.
    • Questo mese, la seconda edizione di Women’s Entrepreneurship EXPO, in collaborazione con PricewaterhouseCoopers, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo e Yildiz Holding, parte del Women’s Entrepreneurship Accelerator e con il supporto di Mary Kay, ha riunito donne imprenditrici e partner commerciali per mobilitarsi e intraprendere azioni specifiche per portare avanti il panorama dello sviluppo dell’imprenditoria femminile.
  • Sviluppo di competenze aziendali per imprenditrici aspiranti e affermate

    • Il primo Entrepreneurship Certificate Programme (Programma di certificazione imprenditoriale) sviluppato da ITC SheTrades a supporto di WEA è stato lanciato nel 2022. Con il sostegno di Mary Kay, il programma digitale, che consiste in 27 modulicomprende le 7 fasi fondamentali del percorso imprenditoriale. Disponibile in inglese, spagnolo, francese e presto in arabo e cinese, il programma è arricchito con 200 video e mira ad insegnare alle imprenditrici aspiranti e affermate le competenze necessarie per pianificare e avviare le loro attività. I partecipanti apprendono come adottare una cultura imprenditoriale, sviluppare idee commerciali e imparare metodologie di startup, preparare un modello aziendale, pianificare una proposta, identificare fonti di finanziamento, trovare i partner e i mentori giusti e costruire un team.
    • Nel 2022, ITU ha sviluppato un progetto per affrontare il divario di genere nelle competenze digitali offrendo a donne e ragazze accesso a moduli di formazione di alta qualità e gratuiti necessari per progredire nell’economia digitale. Svolta nel corso del 2023, l’iniziativa verrà tradotta in diverse lingue. Con il supporto di Mary Kay, il progetto include 17 moduli online, quali la formazione generale sulle competenze digitali per imprenditrici sia aspiranti che esperte; competenze digitali per imprenditrici del settore tessile e dell’abbigliamento, e competenze gestionali per le imprenditrici del settore tecnologico. Questi moduli di apprendimento offrono ampia formazione professionale per qualsiasi donna imprenditrice indipendentemente dalla sua ubicazione geografica o dal settore commerciale.
  • Pubblicazione di un documento di difesa globale per coinvolgere il settore privato in appalti che rispondono alle esigenze di genere (Gender-Responsive Procurement, GRP)

    • Nel 2022, UN Women ha pubblicato un Advocacy Brief (Documento di difesa) in supporto di WEA dal titolo Procurement’s Strategic Value. Why gender-responsive procurement makes business sense (Il valore strategico degli appalti. Perché gli appalti che tengono conto delle esigenze di genere ha senso per il commercio) che includeva un’introduzione di Deb Gibbins, CEO di Mary Kay. Il Brief ha evidenziato come le economie con migliori opportunità di crescita e maggiore resilienza alle crisi sono quelle in cui le donne e gli uomini hanno gli stessi diritti. Presenta inoltre una prova inconfutabile dei vantaggi per rafforzare la partecipazione delle donne nelle filiere del settore privato per promuovere la crescita inclusiva e lo sviluppo sostenibile. È stata condotta un’ampia consultazione con 374 interessati per creare una base di evidenza a dimostrazione dei motivi per cui le aziende dovrebbero adottare il GRP.
  • Lancio di una Competizione innovativa per creare un ecosistema digitale più inclusivo dal punto di vista del genere

Profilo di Mary Kay

Una delle prime persone a rompere il soffitto di cristallo, Mary Kay Ash ha creato la sua azienda di prodotti di bellezza da sogno nel 1963 con un obiettivo: arricchire la vita delle donne. Questo sogno si è trasformato in una società multimiliardaria, con una forza lavoro che conta milioni di collaboratori e collaboratrici che operano autonomamente in quasi 40 Paesi. Impresa che opera per sviluppare l’imprenditorialità, Mary Kay si impegna ad aiutare le donne a valorizzare le loro capacità attraverso programmi di istruzione e mentoring, sostegno, networking e innovazione. Mary Kay investe con passione nella scienza alla base della bellezza, realizzando prodotti per la cura della pelle, cosmetici pigmentati, profumi e integratori alimentari all’avanguardia. Mary Kay crede che arricchire vite oggi garantisca un domani sostenibile, stringendo accordi con aziende e organizzazioni di tutto il mondo il cui focus è sul promuovere l’eccellenza nel business, sostenere la ricerca sul cancro, promuovere l’uguaglianza di genere, proteggere le donne sopravvissute ad abusi domestici, abbellire le comunità con cui interagisce e incoraggiare i bambini a perseguire i loro sogni. Per saperne di più visita marykayglobal.com, trovaci su Facebook, Instagram, e LinkedIn, o seguici su Twitter.

________________

1 Harvard Business Review. 2013. “The Global Rise of Female Entrepreneurs.”

2 BNP Paribas Wealth Management. 2020. “2020 Global Entrepreneur Report.” Secondo il Rapporto del 2020, il 54% delle donne imprenditrici ha notato che, oltre il reddito, ridurre la propria impronta di carbonio è la loro misura principale di successo negli investimenti rispetto a solo il 41 percento degli uomini.

3 Banca mondiale. 2022. “Women, Business and the Law 2022.”

4 Forum economico mondiale. 2022. “Global Gender Gap Report 2022.”

5 Banca europea per gli investimenti. 2020. “Funding women entrepreneurs: How to empower growth.”

6 I collaboratori comprendono: la Fondazione della Cina per lo sviluppo delle donne (China Women’s Development Foundation, CWDF), il Centro internazionale della Cina per gli scambi economici e tecnici (China International Center for Economic and Technical Exchanges, CICETE), la Federazione delle donne della provincia di Yunnan (Women’s Federation of Yunnan Province) e il governo della contea di Yongren.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Contacts

Mary Kay Inc. Comunicazioni aziendali

marykay.com/newsroom
972.687.5332 oppure media@mkcorp.com